La soddisfazione di Unione Inquilini per l’assoluzione degli occupanti del Matteotti.

PROCESSO MATTEOTTI RECUPERATO: TUTTI ASSOLTI!

“Salutiamo con gioia ed entusiasmo la notizia dell’assoluzione per tutti i residenti nella palazzina di Via Matteotti, recuperata nel 2014 da sfrattati e senza tetto con il supporto attivo di Unione Inquilini e Brigata Sociale Antisfratto
La sentenza del tribunale di Lucca è l’ennesima conferma di ciò che andiamo dicendo ormai da tempo: chi è in stato di necessità e senza un tetto sulla testa, non può essere trattato da criminale perché decide di voler avere una vita dignitosa recuperando immobili pubblici abbandonati, senza togliere diritti a nessuno, ma anzi, facendo anche un favore alla collettività.
Dove prima c’erano incuria e abbandono, oggi infatti ci sono famiglie e storie di riscatto.
Gli unici criminali per quanto ci riguarda sono coloro che nel 2021 ancora permettono che ci siano sfratti da casa a strada a fronte di un patrimonio pubblico che consentirebbe, stanti anche le risorse in arrivo del Recovery Fund, di trovare soluzioni abitative dignitose per tutti e tutte.
Pensiamo che dalla crisi sanitaria e sociale ci si salvi solo agendo insieme e non ciascuno per sé: per questo invitiamo tutti i consigli comunali, a partire da quello di Viareggio, a seguire l’esempio del comune di Camaiore ed approvare la mozione di contrasto all’emergenza abitativa che abbiamo proposto come Sindacato.”

Unione Inquilini Viareggio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Tutti assolti per il Matteotti Occupato. Soddisfazione della Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare.

“Con grande soddisfazione accogliamo la notizia dell’assoluzione di tutti gli imputati nel processo per l’occupazione dello stabile di via Matteotti a Viareggio. In quello stabile ricordiamo che sono nati anche dei bambini. Ancora una volta la volontà repressiva di alcuni PM coccia contro la sentenza della magistratura giudicante. Ribadiamo, anche alla luce di questa sentenza di assoluzione, che i problemi di emergenza abitativa si risolvono con politiche sociali coraggiose e adeguate e non come fossero questioni di ordine pubblico. Quanti soldi dei cittadini e quanto tempo, che potrebbe essere dedicato a questioni più serie, viene perso per tenere in piedi processi che non portano a niente e che si concludono sempre allo stesso modo. La lotta per il diritto all’abitare non può essere processata e in questa città continuerà fino a che tutte e tutti non avranno un tetto sotto il quale stare.”

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

AS.I.A. Viareggio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina: “Ringraziamo i volontari delle ambulanze.”

“Purtroppo la pandemia sembra accelerare anche a Viareggio. In questo momento difficile rifuggiamo da polemiche strumentali e di parte. Ricordiamo che il sindaco è il primo responsabile della salute dei suoi cittadini e quindi auspichiamo che abbia il quadro della situazione sempre sotto controllo. Cogliamo l’occasione, invece, per esprimere un sincero e profondo ringraziamento alle tante e ai tanti volontarie e volontari della Croce Verde, della Misericordia e della Croce Rossa che, a bordo delle ambulanze, portano soccorso a chi ne ha bisogno in questi momenti difficili. Se un plauso, giustamente, va ai medici e agli infermieri in prima linea un altro plauso va a chi guida le ambulanze e a chi presta i primi soccorsi.”

Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Camaiore approva mozione presentata da Favilla per un trasporto pubblico sicuro. PRC e RV: “Gli altri comuni facciano altrettanto.”

“Il trasporto pubblico locale, elemento critico nella diffusione del virus SARS-CoV-2, sta rimanendo sullo sfondo del dibattito nella società e nella politica, per questo da tempo alcune forze politiche, sociali, sindacati, associazioni, reti contro la crisi, ecc hanno deciso di lanciare una campagna per chiedere una maggiore sicurezza sui trasporti pubblici. E’ stata lanciata una petizione online sulla piattaforma change rivolta alla regione. Studenti e lavoratori che usano i mezzi pubblici devono potersi spostare con la massima sicurezza per questo serve un’inversione di tendenza rispetto alla privatizzazione, con l’obiettivo di fondo il considerare il trasporto locale un servizio pubblico, atto a rendere effettivamente accessibile a tutti – senza distinzioni di condizione sociale e di collocamento territoriale – un diritto fondamentale di tutti e tutte. Ringraziamo il presidente del consiglio comunale di Camaiore Andrea Favilla per avere avuto la sensibilità di presentare al consiglio comunale, dello scorso 22 gennaio, una mozione che invitasse il consiglio comunale di Camaiore a pronunciarsi in questa direzione. L’ordine del giorno presentato da Andrea Favilla è stato approvato con tredici voti a favore e due astensioni. Ci auguriamo, adesso, che anche altri consigli comunali seguano l’esempio di Camaiore. Noi lavoreremo per sensibilizzare sull’importanza di un trasporto pubblico sicuro.”

Partito della Rifondazione Comunista federazione della Versilia

Repubblica Viareggina per i beni comuni.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

La Casa del Popolo di Solaio solidale con Fornesi di PaP che trovò due topi impiccati all’automobile.

“Il consiglio della casa del popolo di Solaio esprime sdegno per il gesto intimidatorio subito da Gabriele Fornesi, cui rivolge la propria solidarietà e tutta la vicinanza di chi conosce bene il prezzo della libertà. Al contempo non può certo dirsi sorpreso, vista l’agibilità politica che negli ultimi anni si è voluto lasciare a certi figuri e a certi atteggiamenti con cui l’umanità dà sfogo al suo lato più infame, idiota e criminale. Ribadisce dunque l’urgenza, anche a Pietrasanta, di un più esplicito operare antifascista a tutti i livelli del vivere in comunità.”

Casa del Popolo di Solaio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

A Pietrasanta dei cittadini contestano la nuova colata di asfalto.

A Pietrasanta scoppia una nuova polemica sui lavori davanti a Porta Pisa tra la stazione e Piazza del Duomo. Qualcuno ha persino appeso uno striscione provocatorio “Grazie ai partiti del cemento.” Quest’estate era caduto un albero e per miracolo nessuno si era fatto male. Nei giorni successivi gli operai del comune hanno tolto anche gli altri alberi dichiarando che erano malati nonostante qualche dubbio. Subito dopo è uscita la notizia che il comune ha pagato una commessa di 38.000 euro, ad uno studio milanese, per un progetto di riqualificazione che prevede meno verde e più cemento. Evidentemente prima per curare gli alberi e mantenere il verde e l’ombra non erano disponibili quei 38.000 euro, soldi dei cittadini che invece di andare a qualche giovane architetto o urbanista locale che conosce il contesto finiscono ad un impresa che sta realizzando un progetto che a molti cittadini non piace. Alcuni di questi cittadini hanno espresso il loro disappunto appendendo uno striscione.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

COBAS: “Il sistema degli appalti genera precarietà e peggioramento dei servizi”

“L’assegnazione dopo gara di appalto al ribasso segna un’altra vergognosa vicenda del mondo del sociale. La cooperativa Sociale C.RE.A perde infatti, dopo anni di gestione, la Comunità alloggio per minori di Via della Gronda, servizio storico della cooperativa che ha visto dal 1991 accogliere minori in grave difficoltà trasferiti nella casa dal Tribunale dei minori. Quella dell’offerta economica più (S)vantaggiosa sembrerebbe rimanere la base di assegnazione anche quando a farne le spese sono persone indifese. Da trent’anni lavoratori e lavoratrici qualificati, formati dall’esperienza e dalla continua formazione, avevano sviluppato un servizio professionale per far fronte alle problematiche di carattere sociale a cui questi utenti erano esposti: lavoratori che si ritrovano insieme agli utenti ad essere oggetto di vendita contro ogni loro volontà A farne le spese saranno soprattutto proprio i minori che da una parte si ritroveranno un servizio che per forza di cose non sarà uguale al precedente, servizio che immaginiamo abbia sviluppato in questi anni, grazie all’esperienza sul campo, il suo impianto teorico e operativo. Quello delle gare di appalto del terzo settore è una piaga che ciclicamente colpisce tutti i lavoratori, che dopo anni di servizio e dopo la scelta consapevole di far parte di una cooperativa dove mettere in essere la propria professionalità si ritrovano a dover cambiare datore di lavoro, spesso a condizioni più svantaggiose e imposte, come accaduto alle lavoratrici del servizio di assistenza scolastica del comune di Forte dei Marmi che dopo aver dovuto cambiare cooperativa a causa di una gara d’appalto si sono viste trasformare il contratto a tempo indeterminato in un contratto a tempo indeterminato con sospensione estiva. Il sistema degli appalti, lo sosteniamo da sempre, generà precarietà e peggioramento dei servizi (ci auguriamo che in questo caso non sarà così). Ed è per questo che ribadiamo con forza che l’unica vera soluzione non può essere che l’internalizzazione dei servizi in appalto, soprattutto per quanto riguarda settori così delicati come l’assistenza ai minori o i servizi educativi. Come Cobas Lavoro Privato della Versilia non possiamo che dirci rammaricati e vicini a questi lavoratori a cui diamo la massima disponibilità anche solo per un confronto, ricordando che ci potete trovare al Cantiere Sociale In via Belluomini 18, Viareggio quartiere Varignano o in alternativa potete chiamare i seguenti numeri: 3206857939 – 3384487680”

COBAS VERSILIA

Posted in Senza categoria | Leave a comment

La Rete Versiliese contro la Crisi è scesa nuovamente in piazza a Camaiore e Pietrasanta.

La Rete Versiliese Contro la Crisi, dopo il presidio del 30 gennaio scorso dove ha presentato la lettera ai sette sindaci della Versilia per chiedere interventi concreti contro la crisi, è scesa nuovamente in piazza. Oggi ben due presidi uno a Pietrasanta e l’altro a Camaiore in occasione della giornata nazionale per il diritto alla salute indetta da Medicina Democratica. In mattinata c’erano stati altri due presidi promossi dal Comitato Sanità pubblica a cui anche alcuni militanti della Rete contro la Crisi hanno partecipato. Sia a Pietrasanta che a Camaiore è stato esposto anche uno striscione contro il governo Draghi. La Rete chiede un potenziamentro della sanità pubblica, maggiore sicurezza per le RSA, blocco degli sfratti e un piano decente per l’emergenza abitativa, maggiore potenziamento e sicurezza nei trasporti ma soprattutto chiede che i prezzi della crisi non siano pagati dai lavoratori.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Presidi a Viareggio e Lido di Camaiore del Comitato Sanità pubblica nella giornata nazionale per il diritto alla salute.

20 febbraio 2012, ad un anno esatto dall’inizio della pandemia in Italia, ci sono state mobilitazioni in tutto il paese. Medicina Democratica e il coordinamento nazionale per il diritto alla salute hanno promosso la giornata nazionale per il diritto alla salute. Il comitato Sanità Pubblica Versilia è sceso in piazza, davanti all’ospedale unico della Versilia a Lido di Camaiore e davanti all’ex ospedale Giuseppe Tabarraccia Viareggio, per chiedere più posti letto, più assistenza e meno tagli. Nel volantino distribuito parlano di un filo nero che lega la strage del covid alla strage ferroviaria di Viareggio ovvero la politica dell’abbandono della sicureza, con i tagli ala manutenzione e alla cura, al personale, una politica di liberalizzazioni e privatizzazioni, di chiusure di ospedali e dimissioni di distretti sanitariterritoriali, di violazione e omissione di elementari norme sulla sicurezza e la salute. Si tratta di stragi frutto di una politica che subordina beni inalienabili come la vita e la salute al profitto di pochi.

Chi volesse contattare il comitato può farlo scrivendo alla seguente email comitatosanitàpubbli@virgilio.it

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Appello dello Sportello Medico Popolare

“Lo sportello medico popolare è attivo da più di un anno sul territorio per aiutare coloro che sono esclusi o non trovano risposte adeguate al loro percorso di cura e non possono permettersi di rivolgersi alla sanità privata. Gli enormi tagli attuati nella sanità pubblica hanno aperto la strada alla privatizzazione ed allo smantellamento del diritto alla salute. La sanità pubblica infatti, si è trovata impreparata per affrontare la pandemia, con ospedali pieni ed il personale allo stremo delle forze e non sono state date adeguate risposte come l’assunzione a tempo indeterminato del personale sanitario e maggiori investimenti negli ospedali pubblici e nella ricerca. Si è scelto invece di sospendere tutte quelle cure che non sono considerate urgenti, così chi ha facoltà economiche contribuisce ad arricchire la sanità privata e chi non può, la maggioranza, rinuncia a curarsi. In particolare tra le varie richieste che ci sono arrivate allo sportello, c’è stato un aumento per la richiesta di cure psichiatriche in quanto il servizio sanitario pubblico non sta dando più appuntamenti. Da quando è iniziata la pandemia, quindi, fino al mese di agosto non sono previste visite psichiatriche dal servizio sanitario pubblico. Così molte persone che erano in cura da uno o una psichiatra con il CUP, si sono ritrovate abbandonate a se stesse, senza possibilità di cure gratuite, con tutte le difficoltà che questo comporta soprattutto in questo periodo di crisi economica e sociale. Oltre a denunciare questa totale assenza di cure nei confronti di soggetti con patologie psichiatriche e non solo, vogliamo fare un appello ai professionisti e professioniste del settore, disponibili ad intraprendere un rapporto di collaborazione, in forma volontaria, con lo sportello medico popolare. Ci rivolgiamo quindi a psichiatri/e attivi/e o in pensione, a studenti e studentesse specializzati/e in psichiatria, interessati a questa collaborazione di contattarci chiamando il numero 3881990981.

Sportello Medico Popolare

Posted in Senza categoria | Leave a comment