77° anniversario della liberazione di Viareggio con i lavoratori della GKN

Ieri 16 settembre è stato celebrato presso il monumento alla Resistenza a Largo Risorgimento il settantasettesimo anniversario della città di Viareggio. Pesa ma, ormai, non sorprende l’assenza del sindaco Giorgio Del Ghingaro. E’ stata invece ben accolta la partecipazione dei lavoratori della GKN di Campi Bisenzio. Dopo le celebrazioni ufficiali si è svolta un’interessante iniziativa per far conoscere la lotta operaia in questa fabbrica con la presenza di alcuni militanti del collettivo di fabbrica della GKN. Il prossimo 18 settembre ci sarà una altra manifestazione a Firenze per sostenere questa importante lotta. Presenti al dibattito esponenti dell’ANPI, del Mondo che Vorrei, di Partigiani Sempre, del CLA, del Fronte della Gioventù Comunista, della CGIL e del Sindacato è un’altra cosa, ecc..

Durante l’iniziativa è stato esposto lo striscione “Nè ora, nè mai resilienza! Ora e sempre RESISTENZA!”.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

“Dada boom” e Cantiere Sociale invitano all’ultimo saluto a Leonardo Ciuti Venerdì alle ore 18

SE N’E’ ANDATO UN POETA, SE N’E’ ANDATO UN SITUAZIONISTA, SE N’è ANDATO UN COMPAGNO, UN REO DADAISTA.

Con immenso dolore annunciamo la prematura dipartita di Leonardo Ciuti, un meraviglioso personaggio poetico della galassia Reo Dadaista.In molti lo avranno visto impegnato in varie attività sociali e culturali viareggine, frequentava il Cantiere Sociale Versiliese, ha dato man forte alla realizzazione del Carnevale Varignano e del Concorso “Il mi’ carro”, in prima linea anche nella tifoseria del CGC facendo parte del Gruppo Autonomo Viareggio. Recentemente era sul palco della Canzonissima dei Rioni, per il quartiere Varignano.Pochi giorni fa alle baldorie era tra noi a festeggiare e impaziente di venire, domenica scorsa, alla cerimonia funebre di un altro compagno di avventure, Giacomo Verde.Si era anche impegnato ad attaccare in tante città i manifesti dell’ evento “IL VERDE VI SALUTA”. Purtroppo all’ evento non è mai arrivato e preoccupati della sua assenza alcuni compagni hanno preso contatto con la madre e allarmati hanno chiamato i soccorsi, ma per lui ormai non c’era niente da fare.Ci ha lasciati in silenzio, nel sonno della notte tra venerdi e sabato, ma ci piace pensare che adesso si trovi da qualche parte del multiverso a decantare poesie, improvvisare performance ed espropriare palchi di noti musicisti, tra un giro blues con l’ armonica o in mezzo alle piazze con il suo tamburello.Saluteremo Leo decantando poesie, ascoltando musica e brindando con il vino alla vita e alle opere di un compagno e fratello meraviglioso. Chi volesse rendergli omaggio, potrà farlo venerdì 17 alle ore 18:00 a Ri.Cre.Azione in Via Belluomini 18.Ciao Leo, insegna a Giac come si espropriano i palchi!!! Con amore.

COLLETTIVO DADA BOOM

CANTIERE SOCIALE VERSILIESE

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Sfratto rinviato, al Varignano, dalla Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare.

“Uno sfratto, per fine locazione, è stato rinviato di un mese e dieci giorni al quartiere Varignano. Come Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare siamo intervenuti in una difficile trattativa riuscendo a strappare ancora un po’di tempo per non far finire in mezzo ad una strada l’inquilino che viveva in una roulotte. L’emergenza abitativa non accenna a diminuire e sempre più persone vivono in condizioni disumane in roulotte o container se non addirittura per strada. Ci chiediamo come mai l’amministrazione di Del Ghingaro non ha ascoltato i nostri appelli e quelli dei sindacati per affrontare alla radice l’emergenza abitativa. “

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Potere al Popolo a Massarosa da indicazione di voto per Sonia Sacchetti.

A Massarosa si torna a votare, dopo pochi anni, per colpa di un centro destra litigioso e rissoso che non è riuscito a concludere la legislatura. Questo centro destra, incapace di pensare al bene comune della cittadina ma preso dagli egoismi di parte, si presenta diviso anche in questa tornata elettorale. Infatti ben due sono i candidati che esprime l’appena disarcionato Alberto Coluccini, sostenuto dalla sua lista civica e da Fratelli di Italia e Carlo Bigongiari sostenuto da Lega, Forza Italia e una civica. Dall’altra parte si presenta un centrosinistra compatto che cerca di far dimenticare ai cittadini e alle cittadine che è stato il vero artefice del dissesto economico. La cattiva gestione del bilancio della giunta Mungai può essere dimenticata solo da degli smemorati. La coalizione che sostiene Simona Barsotti, ex fedelissima di Mungai, è un’armata Brancaleone, che va dalla sinistra al Movimento 2050 per Conte, dal PD ad una serie di liste civetta finalizzate a raschiare i cosiddetti voti utili. Massarosa, uno dei pochi comuni in crescita demografica in Versilia, meriterebbe ben altro. Sicuramente né centrodestra né centrosinistra hanno la ricetta per risolvere i problemi della comunità locale. Entrambi hanno già governato in maniera disastrosa. Con quale coerenza può il PD parlare di ambiente dopo gli scandali dei fanghi tossici a Pioppo Gatto?
Come Potere al Popolo abbiamo deciso di non correre in questa tornata elettorale ma certamente i nostri voti non andranno né al centrodestra né al centrosinistra che hanno programmi inadeguati sulle tematiche sociali e ambientali. L’unica lista che merita attenzione e rispetto è quella che prova a dare voce alla sinistra di classe e che sostiene Sonia Sacchetti. Invitiamo i nostri iscritti e simpatizzanti a votare per questa lista anche perché è l’unica che non è compromessa con le scelte del passato.

Potere al Popolo Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

“Il Verde vi saluta” regia di Giacomo Verde il 12 settembre a RicreAzione a Viareggio

“Spesso in questo anno e mezzo che è passato dalla scomparsa del nostro Giacomo Verde lo abbiamo ricordato ma come molti di voi sanno a causa della pandemia non abbiamo potuto celebrare il funerale, sua prematura scomparsa, abbiamo deciso di mantenere la promessa che gli abbiamo fatto e metteremo in scena il suo ultimo saluto di cui egli stesso ha ideato la regia. Non solo un funerale quindi, ma soprattutto l’ultima opera che ha pensato per noi, mentre andremo tutti/e insieme a salutarlo. Giacomo è stato per chiunque lo abbia conosciuto un importante punto di riferimento. Una persona che ha saputo coniugare impegno sociale, analisi politica e impegno artistico. Un vero Artivista che ha regalato al mondo dell’arte e delle sperimentazioni numerose chicche. Vi aspettiamo domenica 12 settembre alle ore 19 al nuovo spazio di Ri.Cre.Azione, da poco inaugurato presso il Cantiere Sociale Versiliese via Belluomini 18 a Viareggio, dove Giacomo realizzò proprio nel 2014 la performance artistica intitolata RcreAzione.

Cogliamo l’ occasione per ricordare che è severamente vietato l’ abito scuro e di venire muniti/e di pappagallo (orinale sanitario) possibilmente decorato o utilizzato in modo creativo come ultima volontà del defunto.”

NON FIORI MA TANTI PAPPAGALLI!!!

Collettivo SuperAzione

Collettivo “Dada Boom”

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Baldoria in Cantiere 2021 e la tradizione continua.

In una città sempre più normalizzata e assuefatta agli interessi di chi la domina, mantenere vive le usanze e le tradizioni assume un importante elemento di resistenza culturale. Con questo spirito Cantiere Sociale Versiliese, Collettivo “Dada Boom” insieme a molte persone del quartiere, e non solo, anche quest’anno hanno realizzato la Baldoria. Più piccola, sicura, nel rispetto delle norme anticovid ma non per questo meno simpatica e socializzante. Alla vigilia di un carnevale snaturato, sempre più business per pochi e sempre più lontano dalle tradizioni popolari e quest’anno anche senza feste rionali. Gli organizzatori hanno provato a far parlare i due eventi nell’interesse esclusivo della gioia dei più piccoli. Tutti gli anni alla Baldoria in Cantiere viene bruciato il “Mi Carro” vincitore dell’edizione del carneval Varignano precedente. Quest’anno a finire in cima al falò è stato un pagliaccio e il Burla Sauro. In piazza della Vetraia adiacente al parco, dove da tempo da volontari sono stati messi a dimora nuovi alberi, si è svolta una serata di musica e sana socialità. Ad aprire la serata la canzone del rione Varignano 2021, di Manuel Santini, Notti vagabonde. Le bandiere del rione Varignano con la maschera di Gusmano hanno fatto da cornice ad uno spettacolo che ha visto la partecipazione di molti bambini. Chi ha preparato il falò ci ha raccontato, che dalla pinetina adiacente ha dovuto togliere bottiglie e siringhe. E’ questa l’ennesima dimostrazione di quanto l’attuale amministrazione comunale non tenga in alcun conto le periferie. Ma al di là delle polemiche quello che rimane sono il sorriso dei bambini, la gente che vive il quartiere e la tradizione che continua. Alla fine i fuochi pirotecnici e le canzoni del carnevale hanno salutato una serata di divertimento e aggregazione a costo zero in un quartiere dimenticato.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina critica la Fondazione Carnevale. “Sul caos rimborsi biglietti avevamo messo in guardia mesi fa.”

“Alcuni mesi fa, come Repubblica Viareggina,avevamo denunciato la frettolosa prevendita dei biglietti comulativi del carnevale e, come volevasi dimostrare, oggi assistiamo ad una grande confusione in merito ai rimborsi visto che è stata ridotta la capienza. È bene sottolineare che nel corso degli anni e con l’insediamento dell’attuale fondazione, il carnevale di Viareggio si è allontanato dalle tradizioni popolari, per diventare esclusivamente una macchina finalizzata al profitto. Da viareggini abbiamo sempre interpretato questa festa come un momento di socializzazione e coinvolgimento dove, uno dei fondamentali elementi è il contatto fisico tra persone. (Baci, abbracci, brindisi, trenini, balli e canti… Andasti o giovinastro al gran veglione) … Certo è che a causa della pandemia, la manifestazione programmata per il 18 settembre perde le peculiarità di uno degli spettacoli più belli del mondo. Quello che ci troveremo di fronte , sarà infatti uno circuito spoglio, ospitante 5.000 paganti, vale a dire 1 quarantesimo degli spettatori che a cose normali sfilano sui viali a mare durante un corso mascherato. Spettatori seduti, giustamente distanziati, impossibilitati a vivere nella sua pienezza tale manifestazione. In questo determinato contesto sociale e sanitario, avremmo preferito che l’edizione 2021 del carnevale non si svolgesse e che casomai fosse stata sostituita con una chermesse che pubblicizzasse il carnevale di Viareggio senza avere la pretesa di esserlo e che venissero valorizzate le manifestazioni ad esso correlate. Notiamo infatti un totale disinteresse sia della fondazione che dell’amministrazione comunale verso canzonissima dei rioni e il festival di burlamacco, costretti ad emigrare nel limitrofo comune di Camaiore. Disinteresse che ci fa riflettere su quanto sia inadeguata questa fondazione, in particolar chi la rappresenta, nel gestire un evento unico come il carnevale di Viareggio e nel tenere vivo lo spirito comunitario e anarchico che ci ha reso unici nel nostro genere.”

Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Presentata la lista del PRC – PCI che a Massarosa sostiene la candidatura a sindaca di Sonia Sacchetti.

“E’ stata depositata la lista di candidati al consiglio comunale per il Partito della Rifondazione Comunista e il Partito Comunista Italiano, a sostegno di Sonia Sacchetti candidata alla carica di Sindaco di Massarosa.

Una lista differente dalle altre, non piena di professionisti e capibastone e non improntata su campagne di tipo personalistico, ma coesa verso l’obiettivo di realizzare un programma di azione, confronto e lotta a 360 gradi su tre direttive: Piena esigibilità dei diritti costituzionalmente garantiti al lavoro, alla casa, alla salute e all’istruzione; tutela dell’ambiente e del territorio; reinternalizzazione dei servizi e valorizzazione dell’apporto del volontariato e dell’autorganizzazione dei cittadini.

Una lista di persone comuni, lavoratori, precari e studenti che vivono sulla propria pelle quotidianamente il dramma della crisi economica amplificata da questi due anni di pandemia, e che riteniamo sia possibile superare solo unendo gli sfruttati della nostra società contro gli speculatori che negli ultimi decenni hanno fatto profitti sulla pelle dei più deboli.

Un voto per questa lista è un voto per il cambiamento positivo e reale a tutela della comunità.”

Candidata Sindaca: Sonia Sacchetti, 54 anni lavoratrice precaria

Bonuccelli Fiorella, 74 anni, pensionata

Bruno Roberta, 42 anni, insegnante

Di Natale Enzo, 52 anni, Presidente associazione di amicizia Italia-Cuba Versilia

Evangelisti Sabrina, 38 anni, parrucchiera

Fiorini Marcello, 24 anni, studente

Marangoni Paola, 67 anni, pensionata

Martinelli Nicolò, 27 anni, sociologo

Morosini Cristian, 45 anni, operaio

Pardini Monica, 54 anni, disoccupata

Pardini Sara, 38 anni, banconista di gastronomia

Simonetti Flavia, 33 anni, naturopata

Soddu Samuele, 21 anni, studente

Vitali Alessio detto Dylan, 25 anni, musicista

Partito della Rifondazione Comunista

Partito Comunista Italiano

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Ecosocialisti: “Oggi in piazza per salvare la Lecciona ogni giorno per salvare il pianeta. Serve una alternativa a questo sistema di produzione.”

Lo spezzone ecosocialista Viareggio, composto da varie realtà sociali e politiche, che ha partecipato al corteo in difesa della Lecciona è stato numeroso e rumoroso alzando diversi slogan. Questo il testo del volantino distribuito.

“Siamo oggi in piazza per difendere la riserva naturale della Lecciona e solidarizzare con chiunque si mobiliti per difendere la natura. Da tempo l’amministrazione di Viareggio, guidata dal sindaco Giorgio Del Ghingaro, ha preso di mira il parco minacciando di far uscire dall’ente parco il comune, sostenendo il restringimento dei confini del medesimo, poi insistendo sul devastante progetto dell’asse di penetrazione e infine deviando il percorso della ciclopista tirrenica dal suo naturale tracciato, ovvero il Viale dei Tigli. Tuttavia non siamo in piazza per difendere solo il nostro territorio. Non siamo affetti da sindrome NIMBY né da vertenzialità autoreferenziali. Per noi esiste la necessità di sviluppare un pensiero critico ed un intervento a 360 gradi contro le politiche dominanti che vanno dall’abbattimento di alberi, alla costruzione di opere inutili e dannose come la TAV, la TAP, Ponti su stretti, assi di penetrazione, ecc… a scelte economiche e produttive come lo sfruttamento delle cave o la scelta di investire ancora in energie fossili che minacciano l’ambiente. Serve un’idea diversa di produzione. Il Capitalismo ha miseramente fallito perpetrando uno sfruttamento sfrenato non solo dell’umanità sull’umanità ma anche dell’umanità sulla natura. Guerre, disuguaglianza economica, razzismo, disastri ambientali sono all’ordine del giorno per colpa di chi domina il mondo mettendo i propri profitti davanti ai beni comuni. L’alternativa al capitalismo esiste e si chiama ecosocialismo e va costruita tutte e tutti assieme. Lavorare per una società ecosocialista non è soltanto eticamente giusto ma è necessario se vogliamo sperare che il pianeta possa avere un futuro. Le sfide che ci attendono sono difficili ma non dobbiamo minimamente considerarci sconfitti, come mostra la resistenza dei NO TAV che stanno ritardando la costruzione di un’opera inutile e dannosa coma l’alta velocità in Valsusa. Se i soldi spesi nella TAV fossero stati spesi per la sicurezza in ferrovia, forse, la strage ferroviaria del 29 giugno 2009, si sarebbe potuta evitare. Per quella strage, che costò la vita a trentadue persone a Viareggio, si attende ancora giustizia. Le classi dominanti tentano di imbrogliare le carte parlando di transizione ecologica, di green economy, ecc… Si tratta solo di “fuffa” funzionale a difendere l’esistente. Per noi l’alternativa esiste e si chiama ecosocialismo, un sistema dove si produce nell’interesse della collettività e non del profitto e nel rispetto del pianeta e di tutta la sua fauna e flora. Noi siamo la natura che si difende!”

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Almeno 1500 persone, forse di più, hanno manifestato per le strade di Viareggio per difendere la Lecciona.

Una fiumana umana ha attraversato le strade di Viareggio, sabato 4 settembre, per difendere la Lecciona. C’è chi dice quasi 2000 persone. La questura parla di 900 persone. Realisticamente almeno 1500 persone hanno sfilato in un corteo per difendere la riserva naturale da una ciclovia che ha già un suo naturale percorso altrove: il viale dei Tigli.

Nei giorni precedenti su qualche gruppo social si poteva leggere i soliti commenti degli odiatori, “Saranno due gatti.” Fino a metà giornata sembrava anche dovesse piovere e quindi tra gli organizzatori delCoordinamento “La Lecciona non si tocca.” serpeggiava un po’ di ansia. Ma già dalle 17.00 davanti allo stadio dei Pini, ormai in condizioni di degrado da anni per colpa di questa amministrazione, si è radunata una folla formata centinaia e centinaia di persone. Alle 17.30 il corteo è partito con davanti lo striscione con il Fratino e poi il furgone con la musica a far capire che la giornata oltre che di lotta sarebbe stata anche di festa. In corteo tante mamme coi bambini. In tantissimi indossavano la maglietta “La Lecciona non si tocca.” Presente la galassia del mondo ambientalista a partire dal Comitato per la Salvezza della Pineta con ungrande striscione per valorizzare le dune e il paesaggio naturalistico per proseguire con Legambiente con uno spezzone ben visibile con tante bandiere per arrivare agli Amici della Terra, Italia Nostra, Rete Ambientale della Versilia, Extincxtion Rebellion, WWF, ecc.. Presente ilComitato della Sanita della Versilia che da sempre si batte contro lo smantellamento dell’ospedale unico. In corteo anche i consiglieri comunali di opposizione da Tiziano Nicoletti, da sempre coerentemente schierato al fianco di questo movimento a Barba Paci eletta in ben altri lidi a dimostrazione che il tema è sensibile e delicato. Presente l’ex capogruppo del PD, Luca Poletti, che da tempo ha abbandonato quel partito ma erano diversi gli iscritti al PD presenti alla manifestazione e quindi in aperto dissenso con il partito di Via Regia, ormai commissariato da tempo. C’è la consigliera regionale, Silvia Noferi, del M5S In piazza ci sono anche i militanti del Partito Comunista Italiano, di Rifondazione Comunista, del Fronte della Gioventù Comunista tutti senza bandiere ma non per questo meno visibili e determinati a sostenere la lotta. Lo spezzone più grande e variegato è quello dell’ecosocialismo dietro il quale si sono messi i militanti di Potere del Popolo, Repubblica Viareggina, Cantiere Sociale Versiliese, Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare e Museo Popolare Giak Verdun e molti altri appartenenti a vertenze ambientali dei territori vicini. Proprio la mattina alla Casa Rossa Occupata si era tenuta una assemblea dove varie realtà ecologiste regionali si sono confrontate. E infatti al corteo erano presenti gruppi che lottano contro la devastazione ambientale delle cave come Apuane Libere e Athamanta, presente anche il Comitato “Le voci degli alberi” di Pietrasanta che vincendo la sua lotta per difendere i tigli di Piazza Statuto è stato da stimolo anche per le lotte a Viareggio. In piazza pure le compagne e i compagni di Empoli del Comitato No CO2 e qualche esponente di Mondeggi Fattoria senza padroni. Naturalmente tra le varie vertenze in piazza anche i “No Asse”. L’asse di penetrazione è l’altro ecomostro che minaccia il parco a Viareggio e contro il quale la protesta non è mai venuta meno in questi anni. I militanti della Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare hanno ribadito che servono più case e meno strade. Il Museo Popolare Giak Verdun, coerente con le sue buone pratiche artivistiche di fare incontrare arte, denuncia politica e impegno sociale, ha allestito una piccola mostra artistica in alcuni carrelli. I quadri degli artisti raffiguravano o richiamavano alla Lecciona. In corteo anche ragazzi del centro sociale SARS e della Casa Rossa Occupata di Montignoso. Il corteo è colorato, vivace e rumoroso. Ci sono i ragazzi di Libera e c’è la Casa delle Donne di Viareggio. Musica e interventi si alternano ma ci sono anche slogan. Si vedono pure le bandiere di Burlamacco, del rione Darsena e del rione Varignano, quest’ultimo proprio all’ultima canzonissima dei rioni, ha portato sul palco della Bussola uno spettacolo sulla Lecciona. Nella zona del mercato il corteo si ingrossa. Numerosi persone a passeggio anche coi loro cani si uniscono chi per un breve tragitto, chi per arrivare fino alla fine. Non poche anche le attività commerciali che solidarizzano indossando la maglietta “La Lecciona non si Tocca.” In tanti applaudono. Quando il corteo arriva in Piazza Campioni; per gli interventi conclusivi di Antonella Serafini, Virginia Orrico e Michelangelo Di Beo, c’è la consapevolezza che è stata scritta un’importante pagina per la partecipazione a Viareggio.

L’arroganza del signorotto di Capannori che in serata scrive che andrà avanti, non merita molti commenti.

La lotta per difendere il parco sarà lunga ma ieri una battaglia è stata vinta e soprattutto c’è la consapevolezza che siamo solo agli inizi.

Posted in Senza categoria | Leave a comment