COBAS Versilia: “Baldini non faccia la vittima, la lega è attorniata da micro partitelli nostalgici del ventennio”

Le ultime feroci polemiche sulla manifestazione di Massarosa scatenate dalle parole di Baldini a proposito degli striscioni appesi dai compagni di Repubblica Viareggina, a cui va la nostra solidarietà, mostrano per l’ennesima volta il vero volto delle nuove destre. Ancora una volta “lor signori” hanno cercato di fare sciacallaggio politico su un tragico evento di cronaca, per fomentare logiche securitarie e odio anti-immigrati. Nessuna parola di solidarietà alla vittima dello stupro, né un minimo di ragionamento sulle questioni di genere: solo la volontà di cavalcare l’onda emotiva dipingendo Massarosa come una cittadina in preda all’insicurezza urbana(!?). È chiaro a nostro avviso come la Lega Nord (attorniata da micro-partitelli nostalgici del ventennio) con le sue retoriche razziste e xenofobe siano ad oggi strumentali e al servizio del padronato. Mentre si grida alla caccia all’immigrato e si augurano stupri, nessuna parola viene spesa da questi soggetti per le migliaia di persone che nel nostro territorio sono costrette a lavorare al nero, senza diritti e con stipendi da fame. Nessuna parola pronunciano sulla precarietà sempre più diffusa, sulla mancanza di sicurezza nei luoghi di lavoro, sull’attacco costante alle condizioni di vita dei lavoratori. Le nostre vite sono sempre più difficili perché chi sta in alto vuole lucrare sempre di più sulla nostra pelle, non certo per colpa di chi sta sotto. La lega & co. sono in breve il cane da guardia dei potenti: e non venga il signor Baldini a fare la vittima di un presunto estremismo rosso, rievocando la contestazione a Salvini, quando centinaia di viareggini scesero in piazza a esprimere il loro legittimo dissenso: fatti che niente hanno a che vedere con questa vicenda.

Cobas lavoro privato Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Assemblea pubblica sul diritto all’abitare al quartiere Fontanini

Brigata Sociale Antisfratto e Unione Inquilini invitano le forze sociali e politiche e tutta la cittadinanza ad un’assemblea aperta sull’emergenza abitativa, che si terrà nella piazzetta tra Via del pastore e il quartiere Fontanini domani giovedì 24 alle ore 21, per prepararsi ad affrontare i problemi che numerose famiglie vivranno nel prossimo autunno. Cogliamo inoltre l’occasione per esprimere preoccupazione per un clima avvelenato da una certa destra che vuole criminalizzare la povertà e attraverso paure alimenta xenofobia e razzismo. Quanto è accaduto a Massarosa è da condannare fermamente esprimiamo invece solidarietà ai compagni vittima delle calunnie leghiste.

Brigata Sociale Antisfratto
Unione Inquilini
Posted in Senza categoria | Leave a comment

Nuova presa di posizione del coordinamento contro la repressione a fianco di chi contestò Salvini

A seguito di alcune prese di posizione di alcuni esponenti della Lega Nord, dopo che i compagni di Repubblica Viareggina hanno appeso alcuni striscioni antirazzisti si è riaccesa la polemica sui fatti del maggio 2015. Il coordinamento contro la repressione intende rinnovare la propria netta solidarietà ai 28 compagni sotto processo per avere contestato Matteo Salvini, nel maggio 2015, a Viareggio. Chi contrasta il razzismo, il sessismo, la xenofobia, l’omofobia e ogni rigurgito fascista non va lasciato solo e troverà sempre il nostro supporto. Lo scorso 14 luglio siamo scesi in piazza, con un presidio militante a cui hanno partecipato una sessantina di persone, proprio per ricordare i fatti del maggio 2015. L’ 8 agosto abbiamo promosso una giornata di mobilitazione, presso lo spazio feste nella pineta di Levante, dove abbiamo discusso oltre che con i compagi viareggini con compagni provenienti da Pietrasanta, Massa, Carrara, Lucca e Pisa sul tema della repressione. Abbiamo, inoltre, raccolto soldi per pagare le spese legali ai compagni imputati nel processo per avere contestato Matteo Salvini. Il coordinamento contro la repressione non si farà intimidire e proseguirà con altre iniziative su questa e altre lotte.

Coordinamento contro la repressione di Lucca, Massa, Versilia e Viareggio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

L’ironia del Dada Boom su uova, galline e leghisti dopo l’attacco di Baldini a Repubblica Viareggina

Si avvicina il circo elettorale e strani nani e strani clown hanno iniziato le loro performance anti artistiche, anti politiche e purtroppo anche anti sociali per cercare di raccogliere consensi in una società sonnambula che fa incubi da paura. Le esternazioni di Baldini contro i compagni di Repubblica Viareggina hanno eccitato non poco le galline che producono uova per Salvini. L’anno scorso la prima edizione del premio uovo d’oro fu vinto proprio dai 28 che contestarono Salvini nel maggio 2015. Chissà chi vincerà la prossima edizione? Di certo non sarà ne’ un leghista ne’ un razzista.Non sarà chi pensa che lanciare uova,gesto innocuo e carnevalesco, sia più pericoloso che fomentare odio vera i diversi.

Officina contemporanea e fotografica “Dada Boom” circolo ARCI

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Rifondazione Comunista solidale con Repubblica Viareggina ribadisce che la destra fomenta la guerra tra i poveri

“Avremmo fatto volentieri a meno di intervenire in una vicenda dai contorni grotteschi, che ha visto la destra della nostra città e di mezza provincia sconfinare per tentare di trasformare Massarosa in una testa di ponte per la paura e la xenofobia, come le inquietanti notizie riportate dalla stampa circa la presenza di commenti neonazisti provenienti dalla manifestazione di Venerdì scorso (tollerati dagli organizzatori?) dimostrano. Tuttavia, non contenti di proseguire una triste soap opera fatta di pavoni e “braette”, e non avendo ovviamente la benché minima intenzione di criticare l’amministrazione comunale su questioni ben più rilevanti per la vita dei cittadini, lor signori pensano bene di tornare a proiettare le vecchie puntate dello sceneggiato, recitando la parte degli educati borghesotti vittime di un nuovo estremismo rosso. Del resto sarebbe sconveniente parlare di quello che avviene oggi con insulti razzisti e minacce ai familiari di sindaci e giornalisti, nello stile che evidentemente le destre nostrane devono avere imparato dai cugini sudamericani. Come Circolo di Viareggio del Partito della Rifondazione Comunista esprimiamo piena solidarietà ai compagni dell’associazione Repubblica Viareggina, nelle cui liste schierammo i nostri candidati in occasione delle ultime elezioni comunali e con cui spesso condividiamo battaglie politiche per il diritto alla casa e contro ogni fascismo, vecchio e nuovo. Apprendiamo inoltre che il consigliere comunale Baldini e le forze che lo sostengono, hanno citato sulla stampa il processo per i fatti avvenuti nel maggio 2015 in occasione del comizio di Matteo Salvini, dove sono imputati anche alcuni nostri dirigenti che avrebbero, orrore degli orrori, sventolato bandiere antifasciste e scandito cori di disapprovazione. Nel ritenere folle tale accanimento giudiziario contro una pacifica manifestazione di protesta, pagato a spese dei cittadini e sottraendo tempo prezioso a inchieste ben più scottanti, riteniamo del tutto legittimo e giusto, oltretutto in piena campagna elettorale, che alcuni abbiano protestato contro chi veniva a Viareggio per spiegarci che la colpa della crisi del nostro paese è di chi scappa dalle guerre e non di chi per anni si è arricchito sulla pelle dei più deboli senza uno straccio di investimento utile alla società.
Le destre non parlino di pacificazione, sono le prime a fomentare la guerra tra poveri.”

Partito della Rifondazione Comunista circolo Nilo e Milziade Caprili

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Cantiere Sociale: Complici e solidali con Repubblica Viareggina

Ancora una volta complici e solidal@
Siamo al fianco di Repubblica Viareggina senza sè e senza ma, dopo la strumentale e provocatoria risposta da parte di Baldini che minaccia querele per il comunicato pubblicato dal Movimento della sinistra Viareggina che ha solidarizzato con la moglie del sindaco di Massarosa dopo le vigliacche minacce apparse sui muri della città che auguravano uno stupro da parte di persone di colore.
L’ex candidato a sindaco in maniera rabbiosa e scomposta accosta in maniera diffamatoria il lancio di sassi e uova ai 28 indagati per la ( giusta ) contestazione al leader della Lega Matteo Salvini nel Maggio 2015 accusati invece solo del reato di adunata sediziosa ( presente nel codice fascista Rocco) e manifestazione non autorizzata.
Con questa mossa delirante Baldini denota un certo nervosismo, dovuto naturalmente ad una incapacità politica nella gestione dei fatti scaturiti dalla mobilitazione di Massarosa, che si è dimostrata un flop dal punto di vista sia dei numeri (poche decine di persone) che dei contenuti, evidenziando soprattutto negli organizzatori la solita retorica violenta, razzista e discriminatoria.
Come Cantiere Sociale da anni ci impegnato nei quartieri popolari (insieme anche a Repubblica viareggina)con risposte pratiche e concrete creando solidarietà e servizi dal basso tramite il volontariato e l’attivismo concreto dai servizi all’infanzia alla resistenza agli sfratti difendendo e relazionandoci con italiani e migranti senza distinzione.In questi anni mai nemmeno per sbaglio abbiamo visto interessarsi neanche uno di questi soggetti della destra più becera . Gridano che prima vengono gli italiani, ma mai abbiamo visto nessuno di questi “difensori della patria” quando come Cantiere abbiamo sostenuto la battaglia per il diritto alla residenza, contro la svendita di case popolari o sfratti a famiglie italiche .
Baldini si calmi, tanto l’onda lunga reazionaria finirà schiacciata dalla loro stessa retorica folle e antistorica, fatta di razzismo sessismo e odio per i poveri. Perchè in fondo questo sta alla base di questa politicuccia reazionaria, l’odio per i diseredati e l’odiosa voglia di fare voti con la guerra tra poveri.
 
Cantiere Sociale Versiliese
Posted in Senza categoria | Leave a comment

Polemica e annunci di querele tra Lega Nord e Repubblica Viareggina

Alcuni esponenti della Lega Nord e il loro ex candidato a sindaco Massimimo Baldini hanno reagito in modo stizzito al comunicato di Repubblica Viareggina che abbiamo pubblicato anche noi. Ecco cosa dice il signor Baldini, ““Riconosco nelle minacciose, violente, offensive ed infondate dichiarazioni rese quest’oggi da Repubblica Viareggina contro il sottoscritto, quello stesso atteggiamento e quello stesso clima di cui i medesimi furono protagonisti nel 2015, nel corso del comizio in Piazza Margherita al quale partecipai quale candidato Sindaco della città accanto a Matteo Salvini schivando lanci di uova e sassate” anche la consigliera comunale della Lega Nord Maria Domenica Pacchini rincara la dose “Parlare di condanna al fascismo, da parte di squadristi organizzati alla lapidazione di chi non condivide la loro stessa visione utopistica del mondo è quantomeno incoerente. Questra frangia sempre più ridotta di scalmanati fine a se stessa, che cerca notorietà vampirizzando la visibilità di Salvini e Meloni e tracima strumentalmente dalla realtà, non può permettersi di manipolare affermazioni anonime e demenziali, dalle quali ci dissociamo tassativamente, riservandoci di valutere nei prossimi giorni insieme agli organi competenti, di precedere giudizialmente a tutela dei diritti del nostro Movimento e di tutti i nostri iscritti”. 

Naturalmente Repubblica Viareggina non ci sta e giudica ingiuriosi questi attacchi e ha risposto con un secondo comunicato che pubblichiamo qui sotto integrqalmente.

“Troviamo ridicola la minaccia di querela ricevuta da vari esponenti della Lega Nord di Viareggio per aver invitato il Signor Baldini ad assumersi le proprie responsabilità politiche. Ribadiamo che le politiche di estrema destra alimentano e seminano odio e i frutti sono ben visibili agli occhi di tutti.Tuttavia ci sentiamo noi parte lesa di questa vicenda, avendo subito diffamazioni pubbliche. A nessuno dei 28 imputati è infatti contestato il reato di lancio di oggetti, bensì di manifestazione non autorizzata. Pretendiamo quindi dal Signor Baldini e dal Signor Griva immediate scuse e rettifiche riservandoci l’eventualità di ricorrere alle vie legali. Infine Repubblica Viareggina rivendica di essere scesa in piazza, con altre diverse centinaia di persone, nel Maggio 2015 per contestare Matteo Salvini nella migliore tradizione antifascista e antirazzista della nostra città, come avvenne nei citati anni 70′ contro Plebe negli anni 90′ contro Bossi e Fini e come faremo in futuro.”

Repubblica Viareggina per i beni comuni

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina invita ognuno ad assumersi le proprie responsabilità per quanto accaduto a Massarosa

“Noi di Repubblica Viareggina abbiamo attaccato alcuni striscioni tra Viareggio e Massarosa: “Nessuna guerra tra i popoli, nessuna pace tra le classi!” “Processiamo i razzisti!” “Niente resterà impunito!” Si tratta di un’azione politica mirata a contrastare le gravi falsificazioni che sono emerse, anche, dalla piazza del 18 agosto a Massarosa.

La stupidita’ umana e’ quella cosa che porta certe persone mentre condannano la violenza su taluni ad augurarla ad altri. Quanto è successo a Massarosa ci mostra in pieno l’ipocrisia e il cinismo di una parte della classe politica del nostro paese; sempre pronta a strumentalizzare anche le peggiori tragedie per i propri tornaconti elettorali.

Lo stupro è uno dei comportamenti più infami delle culture maschiliste e patriarcali in cui il nostro paese è da sempre immerso. Secondo i dati ISTAT, aggiornati al giugno 2015, il 62,7% degli stupri è commesso da un partner attuale o precedente. Questo dato ci dice chiaramente che è fuorviante oltre che manicheo concentrarsi sulla nazionalità dello stupratore. Naturalmente a fascisti, razzisti e demagoghi in cerca di voti questa verità non interessa. Così che scendono in piazza, in teoria contro lo stupro, ma poi alcuni di essi si augurano che qualcun altro possa essere vittima di tale gesto infamante. Non ci stupiamo di tale meschinità perché durante il ventennio lo stupro è stato utilizzo da repubblichini e fascisti come uno strumento per annientare fisicamente e mentalmente la donna-nemico che veniva punita per essersi ribellata al regime con questa bestiale pratica, militarmente organizzata. La violenza sul corpo della donna è infatti un vero e proprio mezzo machista che vuole imporsi sul nemico politico in maniera virile e non tramite il confronto e la dialettica.
Sembra che ad oggi questa pratica da inetti sia ancora in voga tra i nuovi fascisti, e non solo, sembra che il livello culturale di questi piccoli individui non sia per niente maturato, eppure di anni ne sono passati.
Mentre le forze politiche esprimono la loro solidarietà al Sindaco Mungai con comunicati, spesso anche di circostanza, noi, come donne e uomini di Repubblica Viareggina intendiamo esprimere tutta la nostra solidarietà e vicinanza alla vera vittima di questo attacco vile e di chiaro stampo sessista e razzista ovvero la moglie del sindaco.

Pensiamo, inoltre, che da troppo tempo ci sia chi soffia, irresponsabilmente, sul vento dell’intolleranza giocando su paure, egoismi ed ignoranza. Pensiamo che i responsabili morali delle ingiurie contro la moglie di Mungai così come contro il giornalista, Marco Pomella, colpevole di avere detto quello che pensiamo in tanti su quella ridicola manifestazione dello scorso 18 agosto siano da ricercare in certi leader politici locali come Massimo Baldini, Riccardo Zucconi e altri. Questi signori come i loro capi nazionali, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, dovranno assumersi tutte le responsabilità politiche e morali per quello che i loro accoliti potrebbero combinare.

Poiché non siamo né “buonisti” né seguaci della Boldrini ma militanti antirazzisti, antisessisti, antifascisti e anticapitalisti noi di Repubblica Viareggina saremo pronti a contrastare in ogni luogo e in ogni momento qualsiasi azione squadrista. No Pasaran!”

Repubblica Viareggina per i beni comuni

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Mentre le graduatorie comunali sono arenate le graduatorie autorganizzate producono mobilità abitativa

Dalle graduatorie comunali arenate, alle graduatorie auto organizzate che producono mobilità abitativa. E’ questo il grande passo avvenuto nel movimento di lotta per la casa viareggino. Unione Inquilini e Brigata Sociale Anti Sfratto, sono riusciti a produrre con anni di lotte, una vera e propria gestione globale dell’emergenza abitativa, ma senza stipendi, senza fondi regionali, senza contratti di lavoro e senza cariche istituzionali. Siamo riusciti nell’arduo percorso di lotta, che inizia affrontando collettivamente il rischio di perdita della casa per le famiglie in difficoltà economica e sociale, fino a creare mobilità nelle case occupate ogni qual volta una famiglia si risollevi da tali difficoltà Questo è quanto avvenuto qualche settimana fa in una casa occupata (di proprietà del Comune fuori dal circuito delle assegnazioni, ergo destinata al degrado e all’abbandono) a Torre del Lago, dove la famiglia che l’aveva occupata, a causa della perdita di lavoro e casa e della negligenza dell’amministrazione comunale, è riuscita a superare il periodo di difficoltà economica e sociale grazie al reperimento di un nuovo lavoro, potendo così trovare una casa in affitto sul mercato privato. Gli occupanti, non venendo ovviamente meno alla costante difficoltà di far fronte al caro affitti e al caro vita, hanno però avuto il tempo necessario di uscire dalla situazione di precarietà abitativa, consentendo adesso a chi si trova nelle medesime condizioni di usufruire di un bene primario per tutti, la casa. Speranzosi che anche le nuove famiglie subentrate possano in questo tempo di crisi, ritrovare il lavoro e una propria condizione di autonomia sociale ed abitativa, manteniamo i nostri mezzi attivi e disponibili verso che ne ha bisogno. I tempi politici e amministrativi, non corrispondono purtroppo ai tempi dettati dell’urgenza del problema abitativo, a Viareggio come in Italia: Per questo, riteniamo folle continuare a mantenere case pubbliche vuote e non assegnate, a causa di graduatorie arenate nei meandri dell’inefficienza. Il perpetuarsi di questa situazione, continuerà a produrre da parte nostra forme di resistenza e di autogoverno per far fronte all’emergenza sociale ed abitativa. Noi, senza risorse e con la sola forza della solidarietà dal basso, passiamo dalle parole ai fatti, con risultati tangibili. Le istituzioni preposte, invece, cosa fanno?

Unione Inquilini Viareggio

Brigata Sociale Anti Sfratto

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Un bagno di folla, a Viareggio, per il medico radiato per essere per la libertà di vaccino

L’incontro promosso, a Viareggio, dal Coordinamento Nazionale Danneggiati Vaccino a scopo informativo, sul Decreto Vaccini divenuto Legge per volontà di un governo arrogante e di un ministro della salute incompetente, ha visto una partecipazione ben sopra le attese. Lo spazio dibattiti della festa dei “Partigiani Sempre” era gremito. Numerosi genitori sono intervenuti per sentire le ragioni del Dottore Dario Miedico, dell‘avvocato Marco Contini e della rappresentante toscana del CO.N.DA.V. Concetta Maiello. Il dottor Dario Miedico è stato radiato dall’albo dei medici solo per avere espresso in una lettera indirizzata all’istituto superiore di sanità alcune perplessità e dubbi sulle vaccinazioni. Dubbi ribaditi con coerenza nel corso dell’iniziativa di ieri tenutasi nella pineta di Levante a Viareggio. Chi ha assistito al dibattito si è potuto rendere conto di come sia falsa e tendenziosa la narrazione che una certa informazione faccia del movimento “Free Vax.” Non ci sono stati, assolutamente, discorsi complottisti ma solo ragioni sul perché il decreto sia illegittimo, ragioni supportate anche da argomentazioni scientifiche.

Posted in Senza categoria | 4 Comments