Flop per Paci, Ceccardi e Salvini a Viareggio.

Nonostante la candidata a sindaco Barbara Paci sia sostenuta da ben cinque liste civiche e quattro partiti, ovvero 216 candidati, e nonostante l’intervento del leader nazionale della Lega Matteo Salvini e della candidata alle regionali Susanna Ceccardi e dai loro rispettivi entourage la piazza Campioni non si riempie come si vede dalla foto. Da questa foto vanno, poi, tolti i vari contestatori di aree politiche diverse tra loro nemmeno collegati, le forze di polizia, i vigili urbani, i curiosi e i passanti. Insomma il vento della lega stamani a Viareggio non ha soffiato.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

“Ceccardi / Giani invertendo l’ordine dei Fattori il risultato non cambia.” Contestazione a Viareggio.

Stamani 9 agosto 2020 Susanna Ceccardi, candidata per la destra in Toscana alla presidenza della regione, si è presentata assieme a Matteo Salvini, a Viareggio per fare un comizio in Piazza Campioni. Come militanti di Potere al Popolo e Repubblica Viareggina aderenti a Toscana a Sinistra ci siamo recati a contestare in modo pacifico ma determinato la demagogia e il populismo che emerge da questa campagna elettorale che fa emergere solo due candidati che poi hanno programmi quasi identici. Abbiamo esposto uno striscione con scritto “Ceccardi Giani invertendo l’ordine dei Fattori il risultato non cambia.” Ceccardi e Giani sostenuti rispettivamente da Matteo Salvini e Matteo Renzi rappresentano due destre quella populista e quella liberista che vincerà le elezioni. La Toscana al di là delle dichiarazioni di centrodestra e centrosinistra non è contendibile per questo ogni richiamo al voto utile oltre ad essere poco rispettoso è fuorviante. Per noi l’unico voto utile è quello dato a Tommaso Fattori candidato presidente per Toscana a Sinistra una lista femminista, ecologista, comunista, popolare, di cittadinanza, antirazzista e felice.

Potere al Popolo della Versilia

Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Consegnato nelle mani di Mimmo Lucano l’uovo d’oro e già c’è attesa per la terza edizione.

Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, famoso per il suo impegno solidale e antirazzista fu premiato dall’Officina “Dada Boom” con l’uovo d’oro alla seconda edizione. A causa delle restrizioni giudiziarie non riuscì a venire ritirare il premio, direttamente a Viareggio, e si limitò ad un intervento telefonico dove ringraziò calorosamente. Grazie agli artisti Ina Ripari ed Enzo Correnti, ambasciatori del reo -dadaismo, impegnati in questi giorni presso la Casa della Poetessa a Riace è stato possibile consegnare il premio che ha fatto molto piacere a Mimmo Lucano che ha ringraziato nuovamente. La prima edizione del premio fu assegnata ai 27 milianti antirazzisti che contestarono Matteo Salvini, nel maggio 2015, a Viareggio e per il quale fu messo su un ridicolo processo. A chi sarà assegnata la terza edizione del premio Uovo d’oro? Ai ragazzi che hanno contestato la Lega nella sede di Torre del Lago o a Leon Pappalardo figlio quindicenne Di Selvaggia Lucarelli, e alle cronache per avere contestato il leader leghista? Intanto il populista Matteo Salvini sembra essere nuovamente a Viareggio nei prossimi giorni a riprendere la sua campagna di odio e intolleranza. Magari il vincitore della terza edizione dell’uovo d’oro si troverà proprio in quella piazza? Chissà chi vivrà vedrà. Ricordiamo che il premio viene assegnato dal Collettivo “Dada Boom” a chi si caratterizza per l’impegno antirazzista o per avere compiuto un gesto antirazzista.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

“Viareggio più verde” invita a sottoscrivere la lista “Viareggio a Sinistra” che sostiene Roberto Balatri come candidato sindaco.

“Viareggio più Verde invita a sottoscrivere la presentazione della lista Viareggio a Sinistra, per Roberto Balatri Sindaco. Abbiamo collaborato alla stesura del programma, tutte le nostre proposte illustrate durante questi lunghi mesi, a partire dalla riforestazione urbana, per il piano per la mobilità dolce, per la gestione virtuosa dei rifiuti e fino ad arrivare a un progetto per il recupero di suolo sono state accettate e sottoscritte nel programma. Questo ci rallegra moltissimo. Una politica basata finalmente sui contenuti e che mette l’ ambiente al centro delle scelte amministrative, coerentemente con un’idea di città ecosocialista e per la riconquista dei beni comuni.
Per sostenere la lista è necessario un certo numero di firme, per firmare occorre presentarsi con un documento di identità presso l’ Ufficio Elettorale del Comune di Viareggio. Vi invitiamo a farlo perché la lista di Viareggio a Sinistra incorpora al suo interno tutti quei valori e quelle proposte nei quali pure noi ci rivediamo. I progetti di riforestazione urbana che portiamo avanti potrebbero essere agevolati tantissimo da un’amministrazione attenta all’ambiente e che ha a cuore il destino della città e del pianeta.”

Viareggio più verde

Posted in Senza categoria | Leave a comment

“ContrAbbanDono”, azione di artisti del “Dada Boom” e militanti della lotta per la casa in una abitazione sgomberata a Viareggio.

Militanti della Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare, molti provenienti da sgomberi e sfratti e diversi artisti, mercoledì 5 agosto,  hanno allestito una mostra in una casa sgomberata in Via Giannessi Darsena a Viareggio. L’azione dal forte valore di denuncia simbolica si intitola “ContrAbbanDono” Si tratta di un’ azione artistica Reo Dadaista contro il degrado del Potere.

Gli artisti e le artiste partecipanti all’ Art Happening Boom “DECORaZIONI”, avvenuto nel gennaio 2020 presso l’ Officina Dada Boom di Viareggio, hanno aderito, donando le proprie opere, a questa azione artistica per denunciare lo stato di degrado fortemente voluto dall’attuale amministrazione comunale.

Questi luoghi, che furono trovati colmi di siringhe, spazzatura e un elevato stato di degrado, furono recuperati e restaurati dal Movimento di lotta per la casa viareggino e assegnati a nuclei familiari con minori, precedentemente senza fissa dimora.
Purtroppo nella settimana più fredda dell’ anno, a firma del Giudice Antonio Mariotti, i nuclei familiari vennero sgomberati con il tacito plauso dell’ attuale Amministrazione Comunale, che non si degnò neppure di ricevere le persone gettate in strada né di offrire soluzioni per i minori.

Dopo quanto successo ci chiediamo il perché di questa feroce repressione.
Saranno mica Magistratura, Sindaco e Assessore al Sociale più Dadaisti di noi?
Quale intelligenza agirebbe accanendosi contro persone che hanno recuperato un degrado, sia architettonico che sociale, per riportare gli immobili sequestrati alla decomposizione dei vandali e del tempo? E perché lasciare per strada persone senza casa quando le case ci sono, ma vengono murate?

Abbiamo quindi deciso di mettere in mostra, con le opere donate dagli artisti, una storia triste della “Macchina del Profitto” affinché attraverso l’ Arte e l’ Artivismo, le persone possano soffermarsi a guardare ciò che ogni giorno passa inosservato, pur essendo sotto gli occhi di tutt* .
BASTA CASE MURATE!!!

Collettivo “Dada Boom”
Brigata Mutuo Sociale per l’ Abitare

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Roberto Balatri di Viareggio a Sinistra ha incontrato COBAS e ASIA USB.

Si è svolto lunedì 3 agosto un incontro tra il candidato a sindaco di Viareggio a Sinistra, Roberto Balatri, e i sindacati di base COBAS e ASIA USB. “L’incontro è stato costruttivo – si spiega in una nota – e ha visto affrontare numerosi temi come il dramma del precariato, lo sfruttamento stagionale, l’illegalità del lavoro nero e del lavoro grigio. Oltre al lavoro dipendente è stata espressa preoccupazione per tante piccole partite IVA anche esse in difficoltà dopo la crisi economica accentuata dal covid 19. Molti lavoratori aspettano ancora i soldi delle casse integrazioni. Attenzione anche all’emergenza abitativa. Serve un prolungamento del blocco degli sfratti, una regolarizzazione delle case occupate sul modello De Magistris a Napoli e serve un reale piano casa che preveda un censimento degli immobili sfitti e della case ERP murate e non assegnate nonostante le tante richieste. Insomma su casa, lavoro e sociale servono risposte che le ultime giunte non hanno saputo dare”.

Cobas Versilia, ASIA USB Viareggio, Viareggio a Sinistra

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina apprezza l’endorsement di Fattori a Balatri e rilancia sull’importanza di far contare Viareggio a Firenze.

“Caro Roberto, vorrei essere viareggino per poterti votare alle prossime amministrative, sei una persona di rara qualità e spessore: bravissimo, preparatissimo, sempre pronto all’ascolto, profondo conoscitore del territorio, apprezzato da chiunque ti abbia conosciuto e incontrato in questi anni. Come sai mi ‘spiace’ solo il risvolto collaterale di questa tua splendida candidatura a Sindaco di Viareggio, visto che saresti stato un candidato perfetto per le elezioni regionali con Toscana a Sinistra! Un abbraccio e avanti!” 

“Apprezziamo questo endorsement di Tommaso Fattori per Roberto Balatri, scritto sul profilo facebook e rilanciamo, ribadendo che perché Viareggio sia più forte deve esserlo anche a Firenze, per questo è importante votare le viareggine e i viareggini che saranno candidati nella lista di Toscana a Sinistra”

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Toscana a Sinistra, in una assemblea alla presenza di Tommaso Fattori, ha scelto i candidati.

Nonostante il caldo è stata partecipata anche la quarta assemblea provinciale di Toscana a Sinistra che si è tenuta presso La Gulfa a Massarosa. Per l’occasione è intervenuto anche il candidato alla presidenza della regione Tommaso Fattori che ha illustrato le motivazione per cui serva una lista femminista, ecologista, comunista, di cittadinanza, popolare, antirazzista e felice. Lo scontro elettorale non può ridursi a quello tra due destre, quella populista con venature razziste guidata dalla leghista Susanna Ceccardi e quella liberista e renziana guidata dell’esponente del PD Eugenio Giani. La Toscana merita di meglio. Merita scelte responsabili, partecipazione e competenza. Merita una sinistra autorevole per questo in ogni collegio sarà presentata una lista con candidati motivati e competitivi. La lista di Toscana a Sinistra ha incassato anche il pieno sostegno di Sinistra Italiana.

I candidati nel collegio di Lucca saranno otto e saranno la capolista Francesca Trasatti avvocata impegnata nella lotta contro la repressione e per i diritti dei detenuti, nonché portavoce di Potere del Popolo. Filippo Barsi studente universitario e militante dei Giovani Comunisti uno dei candidati più giovani. Roberta Bianchi ex consigliere comunale di Rifondazione Comunista a Lucca. Federico Camici Roncioni attivista della Casa del Popolo di Lucca e impegnato con le unità di strada a Viareggio per aiutare i senza casa. Ersilia Raffaelli storica presidente della Casa delle Donne di Viareggio da sempre impegnata nelle battaglie femministe per un nuovo tipo di cultura contro il patriarcato. Andrea Dini laurato in filosofia e attivista sindacale della FILCAMS CGIL. Antonella Serafini  storica e critica d’arte. Ambientalista da sempre impegnata nei comitati come quello contro l’asse di penetrazione. Pietro Lazzerini ex vicesindaco di Pietrasanta ed ex consigliere provinciale a Lucca per Rifondazione Comunista.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Roberto Balatri ha illustrato il programma di Viareggio a Sinistra.

Giovedì 30 luglio si è svolta alla chiesetta dei pescatori, con grande interesse e partecipazione da parte della città, la presentazione ufficiale del programma di Viareggio a Sinistra che vede come candidato Roberto Balatri il quale ha sottolineato i punti salienti del programma elettorale e che ha visto la presenza oltre al candidato sindaco , di alcuni candidati che andranno a comporre la lista: Romina Cortopassi, Bruno Belluomini, Federica Giannini, Nicolò Martinelli, Stefania Ghignoli, Giuliano Passaglia, Dalia palmerini , Juri Baldassarri, Claudia Dinelli, Gilton Santos Antonella Santini, Vincenzo Santarcangelo.

“Viareggio a Sinistra” rappresenta innanzitutto un faro di riferimento essenziale per i ceti piùdeboli della società, che vivono sempre più drammaticamente il problema della sospensione dei diritti fondamentali, quali il diritto alla salute, al lavoro, alla casa, all’accoglienza. Sospensione che relega un numero di persone sempre più in aumento a condizioni di vita non dignitosa.“Viareggio a Sinistra”, in un’epoca in cui la politica è sostanzialmente apparenza, cultura del personalismo e litigiosità, si propone come laboratorio politico partecipativo collettivo, con la volontà di andare oltre le forze politiche che la compongono, aprendosi al confronto sia con le aggregazioni dei cittadini (comitati, associazioni, etc.) che con gli stessi cittadini, in modo da trasformarli da spettatori in protagonisti, con la consapevolezza di essere parte integrante della comunità.Una politica all’insegna della morale e della trasparenza, che restituisca ai cittadini quei diritti troppo spesso calpestati da scelte amministrative che si rivolgono a poche categorie privilegiate. Una politica che sappia rispondere alle esigenze lavorative ed abitative e di povertà sempre più diffusa. Una politica improntata alla difesa dei beni comuni, intesi come soddisfacimento dei diritti fondamentali dell’individuo, che devono essere salvaguardati come patrimonio collettivo e del quale tutti possono godere. Il diritto alla salute, assieme al diritto al lavoro ed allo studio sono beni comuni prioritari, come l’aria che respiriamo, l’acqua sotto ogni sua forma, i parchi, le aree verdi, il patrimonio culturale e naturale, le spiagge, il paesaggio, il patrimonio pubblico immobiliare. Tali beni appartengono alla comunità dei cittadini e come tali non possono essere sottratti ad essa e al suo godimento e pertanto alla comunità deve spettare il loro governo attraverso una gestione pubblica.E’ proprio dalla difesa dei beni comuni che nasce la scelta eco-socialista della lotta senza quartiere nei confronti delle varie forme di inquinamento e di distruzione del territorio, che senza alcuna distinzione tra centro-destra e centro-sinistra, è stata perpetrata da chi ha amministrato Viareggio negli ultimi decenni. Il diritto primario alla salute viene continuamente meno per le forme di inquinamento, a tutti i livelli, che interessano il territorio.Ma il diritto alla salute viene meno anche per i drastici tagli effettuati, dai governi centrali e dalla Regione Toscana, che privilegiando scelte gestionali aziendali di area vasta, oltre che alla riduzione dei posti letto, ha privilegiato sempre più forme di sanità privata, che rendono a fasce sempre più ampie di popolazione l’impossibilità economica di accedere a cure adeguate.E sarà dunque sempre al fianco delle lavoratrici, dei lavoratori, e delle categorie sindacali in lotta per la difesa dei loro diritti e contro quel lavoro nero che troppo spesso contraddistingue le lavoratrici ed i lavoratori stagionali.“Viareggio a Sinistra” si pone come motore propulsore di politiche basate sui valori della pace,dell’accoglienza, della solidarietà, del mutualismo, dell’antirazzismo e dell’antifascismo, in difesa delle differenze di genere e della violenza verso donne, bambini, anziani.Per tutto questo il 25 aprile, il 1° maggio e il 13 settembre saranno date a cui ci ispireremo nel nostro cammino verso il futuro; così come onoreremo la data del 29 giugno, che per Viareggio rappresenta una ferita violenta che non potrà mai rimarginarsi. “

Roberto Balatri Candidato Sindaco

Posted in Senza categoria | Leave a comment

A Viareggio i verdi non esistono. Sono i soliti noti. Serve una cultura ecosocialista, ben rappresentata da Roberto Balatri.

Se in Italia il partito di verdi non ha mai avuto i risultati degli altri paesi europei c’è un perché. E questo perché va, essenzialmente, ricercato, nella classe dirigente che ha espresso il partito del sole che ride. Basterebbe fare un nome tra tutti, a livello nazionale, quello di Pecoraro Scanio. Gli scandali che hanno coinvolto l’ex ministro del governo Prodi sono arcinoti, ma anche a livello locale la classe dirigente di questo partito ha mostrato tutti i suoi limiti e la sua inadeguatezza.

In questi giorni, sui social, si legge una profonda indignazione per la presa di posizione di questo partito, che a Viareggio, avrebbe deciso di sostenere la giunta uscente quella di Giorgio Del Ghingaro. I commenti favorevoli non si trovano, nemmeno con la lente di ingrandimento, quelli critici non si risparmiano e non poteva essere diversamente visto che l’attuale amministrazione è quella che vuole uscire dal parco, che vuole costruire nuovi parcheggi e soprattutto che insiste su di un ecomostro come l’asse di penetrazione. L’incongruenza è palese e quindi le reazioni del mondo ambientalista viareggino, e non solo, erano prevedibili. Ma noi crediamo che vada, invece, messo l’accento non tanto sull’incoerenza palese ma sul fatto che stiamo parlando non di una forza politica ma di una persona, forse poco più, che si è appropriata di una sigla e che appare solo durante le elezioni per poi eclissarsi nuovamente per gli altri cinque anni.

Il personaggio è noto e discusso. Alle scorse elezioni chiese di stare in lista con Repubblica Viareggina, la quale con coerenza gli rifiutò il posto in lista per i trascorsi politici. Quello che è meno noto è che un altro ex dirigente dei verdi viareggini, invece ne tesseva le lodi fino a poco tempo fa sperando di coinvolgerlo nel sostegno a Sandro Bonaceto. Del resto, questo altro ex dirigente dei Verdi era convinto di avere anche il PD in alleanza con se ma così non sarà. Persi verdi e PD dovrà accontentarsi dell’ex assessore all’urbanistica della giunta Marcucci, una di quelle giunte che maggiormente ha riempito Viareggio di cemento. Non facciamo nomi solo per non fare pubblicità a nessuno di questi signori ma appare evidente l’incapacità politica di chi viene dal partito del sole che ride.

Un ultima considerazione sta nel fatto che i verdi a Viareggio non presenteranno alcuna lista perché non ne hanno la forza. Si limiteranno a dare un sostegno esterno in cambio di qualche promessa elettorale.

Chi vuole cercare una politica ambientalista lo può fare, quindi, solo andando dove esiste una cultura ecosocialista. L’ambientalismo che ricorda il giardinaggio non serve. Serve radicalità e competenza. Repubblica Viareggina, forza ecosocialista, impegnata nella lotta contro l’Asse di penetrazione, nel recupero di zone verdi, nella messa a dimora di alberi sosterrà un ambientalista come il geologo Roberto Balatri, stimato dai comitati ambientali di tutta la Toscana e da sempre impegnato nella lotta per salvare l’ecosistema del lago di Massaciuccoli e per questo ha partecipato assieme ad altre forze politiche alla costruzione della lista Viareggio a Sinistra. Dalle parti di Del Ghingaro e Bonaceto troverete verdi o ex verdi da arredamento ma non degli ambientalisti coerenti e quindi degli ecosocialisti.

Posted in Senza categoria | Leave a comment