Repubblica Viareggina e Partito Comunista Italiano si sono incontrati per fare il punto su Viareggio

Si è svolto lunedì 18 febbraio un incontro tra una delegazione di Repubblica Viareggina e la sezione di Viareggio del Partito Comunista Italiano. L’incontro, finalizzato a fare il punto sull’attuale situazione in cui versa la città e sui prossimi sviluppi politici, è stato cordiale e franco. Ha visto, inoltre, diversi punti di convergenza come: il giudizio negativo sulla attuale amministrazione Del Ghingaro e la preoccupazione per una pericolosa avanzata della Lega e delle destre. Si è parlato si difesa dei beni comuni, di sicurezza sul lavoro, di sanità e di molti altri temi. Le due formazioni politiche, nel rispetto dello loro autonomie, pensano che sia utile una collaborazione più stretta e si rivedranno nei prossimi mesi per valutare se sia possibile costruire una alleanza inclusiva che metta al centro gli interessi delle fasce più povere e più deboli della città.

Repubblica Viareggina

Partito Comunista Italiano sezione di Viareggio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

L’Addio del Gruppo Autonomo Viareggio

Sabato 16 febbraio, durante la partita di hockey su pista tra CGC Viareggio e Valdagno, il Gruppo Autonomo Viareggio ha distribuito un comunicato dove ha annunciato il suo scioglimento. Ha inoltre voluto esporre nuovamente assieme al suo grande striscione, lo stendardo “curva desalvinizzata” in solidarietà con chi contestò Salvini nel maggio 2015 proprio mentre circolano voci sulla riapertura di indagini.

Il comunicato sullo scioglimento del GAV lo riportiamo integralmente qui sotto.

Tutti i tempi vengono!
Tutte le cose hanno un inizio e una fine!

E’ giunto il tempo di considerare terminata l’esperienza del Gruppo Autonomo Viareggio.
Non si tratta né di una arresa né di un abbandono. Ma della presa d’atto di un cambio dei tempi nel mondo ultras. Per rispetto ai tanti che ormai non vengono più e per rispetto alla storia di un gruppo che si è fatto rispettare e ha fatto cose importanti in giro per l’Italia e l’Europa abbiamo deciso di non esporre più i nostri striscioni.
Oggi per l’ultima volta in casa esponiamo lo striscione “Gruppo Autonomo Viareggio”
Siamo nati nel 2003, a due anni dalle giornate del G8 di Genova dove molti di noi parteciparono orgogliosamente. Siamo nati nel 2003, l’anno dell’aggressione imperialista all’Iraq ma anche l’anno in cui in Toscana nascevano centri sociali e i gruppi ultras si orientavano politicamente in un senso o in un altro. Abbiamo seguito per anni la squadra di calcio, Esperia Viareggio, fino a che il calcio moderno fatto di profitti e repressione non ha divorato il nostro sogno. Abbiamo continuato a seguire l’hockey, sport sicuramente più genuino, ma anche qui
abbiamo visto il mutarsi del clima. Clima che è mutato in tutta la società in cui viviamo. Per chi negli anni ’80 e ’90 veniva al palazzetto e frequentava la vita della città sa di cosa parliamo.
In questi anni di militanza; perché per noi essere ultras ha voluto dire essere militanti attaccati ad un’idea, un credo, una maglia; non ci siamo scoraggiati né per le sconfitte, né per le diffide.
Abbiamo goduto, come non mai, nel 2011 quando abbiamo vinto il nostro primo scudetto. Abbiamo affrontato tutte le tifoserie rispettando tutti e non facendosi mettere i piedi in testa da nessuno. Lodi, Novara, Valdagno, Forte dei Marmi, Breganze non ci siamo mai tirati in dietro
Oggi molte trasferte sono vietate o c’è l’obbligo del nominale chiaro segnale di un inasprimento della repressione contro la quale ci siamo sempre battuti. Così come ci siamo sempre battuti per la libertà di espressione e una agibilità politica, coerente anche con la storia della città. Carlo Giuliani, Aldrovandi, Stefano Cucchi sono stati esposti nel nostro settore nonostante, alle volte il tentativo poco democratico e arbitrario da parte delle forze dell’ordine di farceli rimuovere.
Ricordiamo a tal proposito la bandiera di che Guevara la scorsa settimana. Quella bandiera sventola nel palasport dagli anni 70 quando molti di noi non erano neanche nati e ci auguriamo che continuerà a sventolare anche tra decenni quando molti di noi saranno sotto terra.
E’ finita un’epoca e ne traiamo le dovute conclusioni. Non ci piacciono i fantasmi che provano a sopravvivere a se stessi. La nostra storia, come quella di altri gruppi ultras di questa città, ci renderà testimonianza. Non si tratta, tuttavia, di un addio, continueremo a seguire il CGC Viareggio a titolo personale con i ragazzi della Curva EST con i quali, nonostante alcune differenze, condividiamo diversi valori, due tra tutti: l’antifascismo e l’amore per i colori bianconeri della nostra città. A fine stagione organizzeremo una festa e ci auguriamo di poter
realizzare presto un libro che racconti questi oltre 15 anni di intendere il nostro modo di essere ultras. 
Un saluto particolare in questo nostro ultimo comunicato va ai ragazzi di Genova del Verdeal che incontriamo ogni anno al toneo “Ciao Edo”. Un saluto, anche, ai ragazzi di Pisa ,Grosseto e Alessandria.
Due ringraziamenti vanno al Cantiere Sociale che ha ospitato la nostra sede in questi anni e ai ragazzi di Foggia di Plebe 76 che nel loro giornale hanno portato ad esempio la contestazione a Salvini avvenuta a Viareggio nel 2015 analizzando molto bene come una certa sinistra radical – chic non abbia mai capito fino in fondo il mondo ultras.
2003 – 2019 “orgogliosamente dalla parte del torto”

Gruppo Autonomo Viareggio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina contesta l’apertura di una nuova indagine sulla contestazione a Salvini

Apprendiamo dal Tirreno del 16 febbraio, “Avviate nuove indagini sulla contestazione a Salvini.” Ci chiediamo, come mai nuove indagini? Quando c’è già stata una sentenza che ha visto assolti tutti gli imputati/e.
Non ci meravigliamo tanto di come oggi viene strumentalizzata la politica da certi politicanti, che non si stancano di questi giochini di repressione mediatica, volta, contro la partecipazione democratica e l’informazione. Noi di Repubblica Viareggina, crediamo che il nostro paese ha diverse velocità e che spesso viene portato a rispondere di pancia in modo differente a seconda di chi sia oggetto del turpe vilipendio. E’ appena il caso di ricordare che la contestazione politica è prevista anche dalla nostra costituzione, oltre ad essere il sale della democrazia. Una eventuale ulteriore indagine, ci appare come un episodio di violenza e aggressività, nei confronti di chi dissente su condotte politiche, con il tentativo di distrarre la pubblica opinione dai motivi che portarono migliaia di persone in strada a protestare. Esprimiamo ancora una volta tutta la nostra solidarietà alle donne e agli uomini che subiscono criminalizzazione e in particolar modo a tutti quelli che si trovarono in piazza a contestare Salvini. Stigmatizziamo il clima repressivo e violento volto con ogni evidenza a tappare la bocca, a intimidire e ridurre la partecipazione democratica nel nostro Paese. Siamo e resteremo sempre contro l’istigazione alla violenza e alle aggressioni razziste e fasciste che alimentano un insensato clima di odio e ci auguriamo che le Forze del’Ordine e la magistratura indirizzino le loro energie nei confronti di chi delinque, dei mafiosi e dei politicanti corrotti.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Potere al Popolo attacca striscioni antifascisti, a Massarosa, in occasione della visita di Di Stefano di Casa Pound

Potere al Popolo Versilia ha appeso alcuni striscioni contro la visita dell’esperimento di Casa Pound, Di Stefano, che oggi sabato 16 febbraio verrà ad avvelenare l’aria di Massarosa con la sua propaganda fascista. I valori dell’antifascismo sono patrimonio di questa terra per questo noi rimarremo sempre vigili. Purtroppo gli striscioni appena messi sono stati rimossi immediatamente. Gli Striscioni recitavano. “Fuori i fascisti da Massarosa” e “Il fascismo non è un opinione è un crimine“.

Potere al Popolo Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Alcune considerazioni sulle elezioni in Abruzzo e sull’assenza delle formazioni di sinistra.

La fase che stiamo attraversando è sia una fase di crisi che di normalizzazione. In altre parole siamo alla cronicizzazione di un quadro sociale e politico che vede la paura, l’ignoranza, la rassegnazione creare l’humus per l’affermazione di una destra, ormai, egemone nella società.

Le elezioni in Abruzzo, al di là dell’alta astensione, sanciscono quanto appena abbiamo affermato. C’è una forte avanzata della Lega di Matteo Salvini, la vittoria della destra post fascista di Fratelli di Italia e le sconfitte per Forza Italia, PD e M5S. I primi due continuano la caduta in atto dovuta al loro atteggiamento troppo liberista ed europeista. Il terzo perde perché incapace nella coalizione di governo di dettare l’agenda e costretto, per tanto, a rincorrere la Lega. Il M5S sta perdendo la fiducia del suo elettorato anche perché Salvini riesce a logorargli quotidianamente. Ma a perdere in Abruzzo è stata soprattutto la cosiddetta Sinistra Radicale che non si è presentata alle elezioni.

L’assemblea regionale, di Potere al Popolo ha deciso di non partecipare alle elezioni, dando indicazione di astensione, per i problemi riscontrati nelle varie assemblee territoriali. Di fatto la rottura tra PaP e Rifondazione ha ridotto ai minimi termini PaP in questa regione. Il Partito della Rifondazione Comunista nella regione del suo segretario, Maurizio Acerbo è di Pescara, non è riuscita a raccogliere le firme. Prima ha aspettato Sinistra Italiana, la quale però ha preferito la subalternità al PD candidandosi con la lista di LEU e ottenendo un misero 2,7% senza eleggere nessuno. Dopo, Rifondazione, ha cercato assieme a Sinistra Anticapitalista di raccogliere le firme per una lista comune, non riuscendoci. Il PCI sentendosi escluso da Rifondazione ha cercato di candidare alcuni candidati con Legnini del centrosinistra ma all’ultimo è stato fregato. Il PCL e il PC non si sono presentati, idem con patate per DEMA. Insomma la sinistra radicale oltre a litigare non è riuscita a fare altro. Il non presentarsi è un fatto grave, perché conferma i numerosi problemi nella militanza e nell’organizzazione di queste forze politiche. Lo 0,4% di Casa Pound che è poca roba assume a questo punto un valore doppio perché a destra di Salvini esiste comunque un qualcosa mentre a sinistra del PD ci sono solo macerie. Le Elezioni europee incombono e per l’ennesima volta ci sarà un nuovo simbolo, per questo non c’è affatto da stare allegri visto anche la lentezza con cui si stanno muovendo le forze di sinistra. Intendiamoci non siamo convinti che le elezioni siano l’unico luogo dove bisogna ricostruire, tuttavia anche questo è un luogo di intervento che non può essere trascurato. Cantare vittoria per l’astensione è sbagliato soprattutto perché quella astensione non è attiva, non è accompagnata da lotte. Si tratta, invece, di una astensione dovuta all’impossibilità di avere una rappresentanza e al trionfo di una rassegnazione.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Molto partecipati i corsi promossi dai COBAS per il concorso ERSU

Continuano con successo i corsi promossi dallo sportello dei COBAS Versilia per il concorso ERSU. Sono centinaia le persone che tutti i martedì e i giovedì sera si ritrovano presso il Cantiere Sociale per partecipare al corso.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Dopo FGC anche Potere al Popolo e Cantiere Sociale si schierano contro la polizia nelle scuole.

Abbiamo pubblicato ieri l’intervento di Duccio Checchi della FGC oggi dopo l’ennesima perquisizione in una scuola a Lido di Camaiore pubblichiamo integralmente anche le prese di posizione di PaP Versilia e Cantiere Sociale Versiliese.

Potere al Popolo Versilia denuncia l’irruzione di Carabinieri e Unità cinofila al Liceo Chini che è avvenuta questa mattina a Lido di Camaiore. Questa è la risposta che il ministro degli interni dà a chi chiede più sicurezza nelle scuole, mentre da tempo gli studenti sono costretti a studiare in container gelati perché l’edificio è a rischio di crollo. La vera sicurezza sta nel rendere agibili gli edifici scolastici, poter studiare in un ambiente sano e sicuro e non sta nelle perquisizioni alla ricerca di qualche grammo di fumo.
Esprimiamo solidarietà agli studenti che hanno dovuto subire questa inutile dimostrazione di forza e aderiamo alla mobilitazione studentesca del 22 febbraio
Potere al popolo Versilia

Mentre le scuole crollano, e mentre il governo taglia 4 miliardi alla scuola pubblica, lo stato che fa? Spende 2 miliardi per il progetto “scuole sicure” che vede un massiccio controllo all’interno degli istituti delle forze dell’ordine.Ma queste scuole da cosa devono essere messe al sicuro? Da uno stato e dalle amministrazioni che permettono a minori di fare lezione all’interno di strutture fatiscenti e PERICOLOSE, oppure da un ondata repressiva pilotata dal ministro del terrore Matteo Salvini?Ci stiamo avvicinando sempre più ad uno stato di polizia!

Cantiere Sociale Versiliese

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina contro Giachetti che ha definito onorevole la rinuncia di Moretti alla prescrizione

Giachetti candidato alla segreteria del PD dice che il gesto di Mauro Moretti di rinunciare alla prescrizione per la strage di Viareggio è un gesto da onorare. Ancora una volta un esponente del PD, era già capitato a Delrio, si schiera dalla parte del’ex A.D. di Fs contro i famigliari della strage. Il PD partito dei poteri forti ha sempre protetto, coccolato e premiato questo signore che per noi è uno dei principali responsabili della strage che è costata la vita a 32 nostri concittadini. Verso simili affermazioni il nostro pieno disgusto e disappunto.

Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

FGC contro la repressione di Salvini nel mondo della scuola

E anche in Versilia siamo testimoni dell’ osceno piano “Scuole-Sicure” del Ministro Salvini. Un ulteriore atto repressivo contro gli studenti. Si fa presto a riempirci la bocca con la frase “Rendiamo sicure le nostre scuole”, ma poi quando veramente si dovrebbe prendere in mano la situazione, il governo che fa? Esattamente quello che hanno fatto i governi precedenti, ossia tagli alla pubblica istruzione. Nella manovra 2019 sono previsti 4miliardi di € di tagli, e questo significa nessun piano per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Questo e’ uno dei motivi per cui il 22 Febbrario, in tutta Italia, scenderemo in piazza contro questo governo e le sue politiche di repressione perche’ le scuole sicure sono quelle che non crollano.

Duccio Checchi sgretario FGC Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Partito il Laboratorio di Cartapesta e il 28 febbraio Carneval Varignano

E’ partito, con entusiasmo, il laboratorio di cartapesta tenuto da Alessandro Vanni presso il circolo ARCI Officina d’arte contemporanea e fotografica Dada Bomm in via Minghetti 12 al Varignano. L’appuntamento è tutti i pomeriggi alle 16.30

Numerosi bambini ma anche qualche adulto stanno preparando il “Mi Carro” per la terza edizione del Carnevale Varignano che si terrà giovedi 28 febbraio in occasione del Giovedì Grasso in Piazza Donatori di Sangue. L’iniziativa promossa da Cantiere Sociale Versiliese, Officina Dada Boom, Parrocchia della Resurrezione di Nostro Signore, Circolo Il Fienile, Burlamatti, Associazione Il Cappello, Bar Cinzia, Panificio Carlotta e Pizzeria il Gran Varignano.

L’iniziativa parte dal basso, con spirito genuino, e vedrà come sempre giocolieri,artisti di strada, musica, coriandoli, merende e naturalmente i carrelli del “Mi carro”

Posted in Senza categoria | Leave a comment