La Versilia ricorda la sua liberazione

Il Settembre del 1944 non sarà dimenticato dagli abitanti della Versilia, che riconquistarono la libertà dall’occupazione nazifascista. Il 16 Viareggio, il 17 Camaiore, il 18 Pietrasanta furono liberate dalle forze di occupazione tedesche e dai loro servi repubblichini. I soldati della Wehrmacht si assesteranno poi lungo la linea gotica lasciando al nord Italia ancora diversi mesi di sofferenza e tribolazione.  Circa 120 furono i partigiani caduti e numerose le figure di rilievo espresse dalla Resistenza versiliese, come le medaglie d’oro al valor militare Vera Vassalle, Manfredo Bertini, Amos Paoli, Marcello Garosi, i comandanti Gino Lombardi, Piero Consani, Giancarlo Taddei, Ciro Bertini. A tutti i combattenti per la libertà va il nostro ringraziamento e il nostro ricordo. Diverse le iniziative promosse a Viareggio, Camaiore e Pietrasanta per non dimenticare la lezione, ancora attuale della Resistenza. A Viareggio ARCI e ANPI hanno promosso la proiezione del film “L’Ammiraglio” tratto dal libro di Mario Tobino “Il clandestino”.  A Camaiore la Federazione della sinistra ha promosso un presidio al quale è intervenuta anche la partigiana Didala Ghilarducci.

In tempi come questi dove la destra di governo cerca di riscrivere la storia di quelli anni, attacca la costituzione e semina veleni razzisti e xenofobi ricordare quella lotta assume, per noi, non solo  un’importanza commemorativa ma la riaffermazione di valori essenziali come l’antifascismo e l’antirazzismo.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× cinque = 20