In Piazza per lavoro, diritti e libertà senza farsi intimorire!


Domani 16 ottobre saremo a Roma come tante/i che credono che in Italia serva una stagione nuova. Saremo al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori nella manifestazione promossa dalla FIOM perché confindustria, il governo e il padronato tutto, la devono smettere di ricattare, licenziare, non rispettare i contratti. Saremo in piazza perché c’è bisogno di partecipazione per difendere i nostri diritti e quelli dei nostri figli. La manifestazione promossa dalla FIOM ha visto l’adesione di tantissime realtà di movimento dai precari agli studenti, dai partiti della sinistra ai centri sociali, dalle associazioni di volontariato a tanti comuni cittadini che sono stufi dell’arroganza e delle menzogne di questo governo. Ecco che alla vigiglia di una manifestazione non gradita dal governo, e poco anche dall’opposizione liberale (PD e UDC), inizia il solito ritrito e squallido giochetto di far salire la tensione. Il signor Roberto Maroni, ministro dell’interno, se ne esce con il pericolo di infiltrati e cosa mai successa prima dice anche quanti saranno i manifestanti a Roma. Siamo al delirio o siamo alla solita storia, tutta italiana, di distogliere l’attenzione dai motivi della protesta per dividere in buoni e cattivi il movimento. Il ministro Maroni invece di spiegare come mai cinquecento e più facinorosi nazionalisti serbi hanno messo a fuoco Genova si dedica a fare bassa propaganda. A Roma dobbiamo essere in tanti, e tanti saremo sicuramente più di quanto afferma il ministro leghista e di quanto affermeranno le televisioni di regime. Non ci faremo né intimorire né criminalizzare da un ministro che mostra ogni giorno che passa sempre di più la sua incapacità e la sua attitudine alla repressione. Manifesteremo per il lavoro, per i diritti e per la libertà che in questo paese scarseggia ogni giorno sempre di più. Sarà un corteo variegato con molte sfaccettature ma con un denominatore comune la consapevolezza ch è giunto il momento che la crisi la paghino i padroni.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + 8 =