SCENDIAMO IN PIAZZA PER DANIELE FRANCESHI


Daniele Franceschi, 36 anni, di Viareggio, lo scorso 25 agosto moriva nel carcere francese di Grasse. Secondo la versione ufficiale è morto per arresto cardiaco. Sulla sua morte però rimangono forti dubbi, che il comportamento non proprio limpido delle autorità francesi, non ha fatto altro che aumentarli. La mancata presenza di un perito di parte, alla prima autopsia fatta in Francia, il ritardo con cui il corpo è stato riportato in Italia e soprattutto le condizioni in cui la salma è stata riconsegnata alla sua famiglia (in avanzato stato di decomposizione e senza gran parte degli organi interni, impedendo così di fatto una seconda autopsia scientificamente valida), ci fanno dire che la verità su questa vicenda, deve ancora venire a galla.
Per fare in modo che questo avvenga è necessario tenere viva l’attenzione sulla tragica vicenda di Daniele, perché questa, innanzitutto è un’importante battaglia di civiltà: non si può entrare in carcere poco più che trentenni e in salute, ed uscirne dentro ad una bara.
Per questo invitiamo tutta la cittadinanza, le realtà organizzate, i gruppi, le associazioni, i comitati, a partecipare numerosi al presidio che si terrà a Viareggio sabato 13 novembre dalle ore 15 alle ore 17 in passeggiata, in piazza Margherita e alla successiva assemblea pubblica, che si svolgerà alle ore 17,30 alla sala Leone Sbrana in via Regia.
BASTA MORTI IN CARCERE
VERITA’ E GIUSTIZIA PER DANIELE FRANCESCHI
VERITA’ E GIUSTIZIA PER TUTTE LE MORTI DI STATO
Cira Antignano – madre di Daniele Franceschi
Comitato promotore “13 novembre”
Per info comitato13novembre@hotmail.it

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei + 1 =