Buon 2011 ma non a tutti!


A chi fare gli auguri lo decidiamo noi! Non facciamo gli auguri al premier, ai suoi avvocati, alle sue puttane, ai suoi amici mafiosi, ai suoi parlamentari comprati, ai suoi servi che raccontano menzogne dalle sue televisioni. Non facciamo gli auguri agli ipocriti, agli opportunisti, ai calcolatori ovunque collocati. Non facciamo gli auguri ai D’Alema, ai Fassino, ai Bersani, ai La Torre, ai Violante, ai Veltroni, ai Franceschini, ai Rutelli, ai Casini e a tutti questi grigi politicanti che sanno tenere il culo solo attaccato alla poltrona e non comprendono la realtà di chi lavora e purtroppo neanche di chi un lavoro non ce l’ha. Questi signori incapaci di fare opposizione sono conniventi del regime. Non facciamo gli auguri, anzi gli facciamo quelli di andare al diavolo, ai servi di Bonanni e Angeletti. Il sindacalismo giallo di CISL e UIL è al servizio dei padroni che attaccano la rappresentanza sindacale. Meritano solo disprezzo e non facciano le vittime perchè sono solo complici dei crimini dei padroni. Un augurio vero lo facciamo ai lavoratori che possano lavorare in sicurezza senza venire licenziati, sottopagati, sfruttati, umiliati e ammazzati. Un augurio ai lavoratori della FIAT che quella fabbrica diventi loro che sia espropriata e nazionalizzata alla faccia di quell’arrogante caudillo che è Marchionne. Un augurio ai popoli quelli che resistono all’imperialismo. Ai palestinesi che devono fronteggiare l’entità sionista e i crimini contro l’umanità dell’esercito israeliano. Ai popoli dell’America Latina che, dopo anni di rapine da parte degli Yenkee, inseguono il sogno di un nuovo socialismo laico e moderno, quello del ventunesimo secolo. Un augurio agli studenti di tutto il mondo che dall’Italia, alla Francia, dal Regno Unito, alla Tunisia, dall’Ungheria alla Grecia sono scesi in piazza per difendere la cultura dall’attacco dei governi che vogliono che i popoli di domani siano più poveri e ignoranti per imbrogliare e ricattare meglio. Auguri a tutti gli antirazzisti, gli antifascisti, gli anticlericali, gli anticapitalisti. Auguri a chi crede nella critica, pratica il dissenso e lotta quotidianamente. Auguri a chi costruisce la solidarietà e il conflitto sociale. Nessun augurio ai nazisti, ai fascisti, ai sionisti, ai leghisti. Anzi uno si di vedere la rabbia dei popoli contro di loro. Nessun augurio agli ex missini che invocano la repressione sui manifestanti. Auguri a chi lotta, protesta, sciopera e manifesta e affronta senza timore manganelli e denunce. Auguri ai pastori sardi che si sono visti sequestrare a Civitavecchia alla faccia di uno stato di diritto e della costituzione. Auguri ai migranti che sono saliti sulle torri e auguri a chi occupa le case per vivere. Un augurio di galera per speculatori finanziari, cementificatori ed evasori fiscali. Nessun Augurio ad Alemanno che ha fatto assumere terroristi neri dei NAR all’Atac di Roma e poi assieme agli altri missini vuole vendicarsi di un Cesare Battisti portandolo nelle galere italiane per fatti di quasi 40 anni fa. Auguri ai detenuti nelle carceri perchè non subiscano più la violenza e la morte di questi anni. Auguri a chiunque subisce discriminazioni sessuali, raziali, religiose di stili di vita. Auguri a chi non si omologa. Nessun augurio al circo di veline, nani, grandi fratelli, tronisti e lotterie. Speriamo che siano spazzati via dalla rabbia e dall’intelligenza degli sfruttati.
Auguri a chi costruirà dal basso un 2011 di lotta e solidarietà!

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 3 = cinque