Contestato il ministro Frattini a Firenze


Lunedì 9 maggio, a Firenze, il mediocre ministro degli esteri è stato contestato da oltre un centinaio di compagni aderenti a varie realtà cittadine, e non solo. Franco Frattini è tutt’altro che un politico di spessore. E’ un servo fedele del capitale che cambia “idea”, in realtà lui non ne ha, velocemente a secondo delle convenienze. In poco tempo è passato dal sostegno spassionato al dittatore libico alla linea dei bombardamenti sulla Libia. Si tratta di un esecutore di quelli che sono gli interessi dei poteri forti. L’Italia è in una guerra permanente, oggi in Libia, ieri in Iraq, domani in chissà quale altro posto, guerra figlia della crisi capitalista. Per questi motivi compagni, anche con percorsi diversi, hanno convenuto sulla necessità di contestare il ministro durante il vertice europeo che si teneva a Firenze. La contestazione è stata, anche, l’occasione per esprimere solidarietà ai compagni fiorentini perseguitati dalle più perverse logiche repressive.
Contro la guerra e la repressione non si tace!!!

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 9 = quattordici