A Fianco di Cira Antignano madre di Daniele Franceschi


Era il 25 agosto dello scorso anno quando in un carcere francese trovava la morte, in circostanze misteriose, Daniele Franceschi. In Francia, come del resto in quasi tutti i paesi della fortezza Europa, le carceri sono sovraffollate e in condizioni di profondo degrado. Il numero dei detenuti che muore nelle carceri è in continuo aumento nonostante le denunce e le lotte di molte associazioni. La morte di Daniele Franceschi era una morte evitabile ma le autorità francesi non hanno ascoltato le sue richieste d’aiuto cosi come non hanno ascoltato la richiesta di verità e giustizia di Cira Antignano, madre di Daniele. Il coordinamento Anticapitalista Versiliese (CAV), di cui anche noi facciamo parte, ha sostenuto e sosterrà sempre Cira in questa sua richiesta di verità. Chiediamo che gli organi di Daniele siano restituiti alla famiglia e troviamo sconcertante che ciò non sia ancora avvenuto. Alcuni compagni del CAV accompagneranno Cira Antignano a Parigi il 25 agosto per manifestare solidarietà. Intanto in molte città toscane sono stati affissi centinaia e centinaia di manifesti commemorativi per ricordare Daniele Franceschi e per denunciare il clima di repressione della Fortezza Europa.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 × due =