Solidarietà a Ginetti Solidarietà ai No TAV

Sabato 29 giugno sotto il carcere di Pistoia si sono dati appuntamento oltre un centinaio di compagni di varie realtà toscane per portare la propria solidarietà al compagno Antonio Ginetti che vi è recluso a seguito dell’indagine pretestuosa sugli incidenti del 3 luglio scorso in Val di Susa. La solidarietà è un arma e va usata. I compagni del movimento No TAV hanno risposto all’azione repressiva con tantissimi appuntamenti sparsi su tutta la penisola a dimostrazione che il movimento è in salute e che ci vuole ben altro che un’azione repressiva per fermare la lotta di un’intera comunità. A Pistoia, dove vive, è stato arerstato il compagno Ginetti, contro il quale i servi della carta stampata e delle TV si sono accaniti oltre modo, rivangando e amplificando storie del passato che niente hanno a che fare con la vicenda in corso. Queste calunnie ormai da tempo fanno il paio con la repressione. Noi conosciamo il compagno Ginetti come un compagno generoso sempre in prima fila nelle lotte ambientali. Ha partecipato anche alle mobilitazioni per chiedere verità e giustizia sulla strage ferroviaria di Viareggio. Al presidio infatti hanno partecipato anche diversi compagni provenienti da Viareggio che hanno voluto ricordare come in carcere vadano compagni generosi accusati per inezie e che invece i responsabili della strage ferroviaria che causò 32 morti siano ancora a piede libero.
A Ginetti e a tutti i compagni No TAV rinnoviamo la nostra solidarietà con questo video.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − = uno