Con i lavoratori precari del turismo


Si è svolto domenica 5 febbraio in concomitanza con il primo corso mascherato del carnevale di Viareggio un presidio dei lavoratori precari del turismo al quale hanno partecipato anche esponenti del CAV, di SEL e di Officina 21. Il presidio, attraverso la distribuzione di qualche migliao di volantini, è stata l’occasione per far conoscere la difficile situazione dei precari del turismo.
Alleghiamo qui sotto il volantino distribuito dai lavoratori

Lavoratori precari contro la crisi del lavoro

Noi lavoratori precari e in cassa integrazione del settore turistico della provincia di Lucca siamo in agitazione contro la crisi del lavoro che esiste da vari anni, nella nostra provincia, e che ha subito un’accentuazione con la crisi generale dell’economia capitalistica prodotta da banche e finanziarie.
Noi lavoratori chiediamo che sia rispettato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) del turismo sia da parte di privati sia da parte di cooperative.
E’ importante che le cooperative, che forniscono servizi, lo facciano con personale preparato e specializzato tramite stage e non assumendo al nero ora questo ora quel lavoratore per pagarlo il meno possibile. Diciamo con forza No al lavoro nero!
E’ inoltre importante sottolineare che il contratto integrativo degli alberghi scaduto dal 1972 venga rinnovato; la nuova piattaforma presentata dalle sigle sindacali della provincia di Lucca ha trovato però un muro della confcommercio e della assoalbergatori che non lo vogliono firmare.
Le istituzioni del turismo, gli albergatori, la provincia di Lucca ed i comuni si sono dimostrati ad oggi incapaci di portare avanti un turismo con eventi degni di nome. Si sono mal coordinati e in molti casi hanno cercato di fare da soli aggravando una crisi che è ricaduta quasi per intero sulla pelle dei lavoratori.

Oggi 5/02/2012 in concomitanza con il primo corso mascherato siamo qui in Piazza Mazzini a manifestare per chiedere attenzione alle nostre proposte.

COME LAVORATORI DEL SETTORE LO CONOSCIAMO BENE E VOGLIAMO PROPORRE ALCUNI INTERVENTI PER RILANCIARLO

*Far cadere il muro di gomma che esiste dalla preistoria tra Versilia e la provincia di Lucca creando un coordinatore unico per la Versilia ed uno per la provincia di Lucca per non creare eventi in concomitanza.
*Creare una card unica per tutta la provincia di Lucca da dare ai turisti per avere sconti su taxi, bus, treni, negozi, alberghi, campeggi bagni, ecc.
*Fare dei corsi per gli addetti turistici tipo “conosci la tua provincia”
*Diciamo no alla chiusura di alberghi per fare appartamenti ciò significa posti di lavoro persi
*Le istituzioni del turismo devono valorizzare di più il nostro territorio; non esiste solo Pisa o Firenze; creando un programma per i turisti della nostra provincia in tutte le strutture ricreative e creando un unico centro congressi per dare la possibilità di lavorare a tutti.
*Creare parchi tematici rispettando l’ambiente.
*La Versilia e la provincia di Lucca dovrebbero essere raggiunte facilmente in qualsiasi ora da qualsiasi parte d’Italia per questo diciamo no alla soppressione di molti treni, specie notturni, da parte delle Ferrovie.
*Torre del Lago dovrebbe essere maggiormente valorizzata, cosa che questa attuale amministrazione non è stata in grado di fare, dovrebbe diventare un museo della musica con esposte le opere più famose del maestro Puccini con la musica lirica diffusa per la strada che porta al teatro anche nei giorni festivi.
Nel mese di febbraio seguiranno altre iniziative di protesta

LAVORATORI PRECARI DEL TURISMO

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 × = trenta due