Lucca per la scuola contro bugie e repressione

Almeno 500 persone tra studenti, insegnanti, precari e lavoratori hanno attraversato le vie di Lucca prendendosi gli applausi della gente che incontravano. Il 24 novembre, giorno dello sciopero nazionale della scuola, e divenuta anche l’occasione per rispondere alle mistificazioni dei soliti giornalisti e alla repressione della polizia. La manifestazione decisa e vivace ha visto la partecipazione anche di diversi compagni provenienti da Viareggio. Il Coordinamento Anticapitalista Versiliese ha sfilato con lo striscione: “I giornali mentono, la polizia picchia e il capitale ringrazia.” Il video che segue mostra alcuni momenti significativi del corteo. La canzone scelta come colonna sonora è quella storica di Fabrizo De Andrè, “Canzone del Maggio”, nella versione non censurata. Mai come oggi quelle parole di ribellione ci sembrano attuali.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 + = tredici