Udienza preliminare per il rinvio a giudizio sulla strage di Viareggio


E’ iniziato a Lucca, presso il polo fieristico, l’udienza preliminare per la strage di Viareggio. La procura ha chiesto il rinvio a giudizio di 32 indagati tra cui l’amministratore delegato delle ferrovie, Mauro Moretti. Dalle perizie dei consulenti del pubblico ministero viene ribadito che la causa della strage del 29 giugno sono dovute ad uno squarcio causato dal picchetto.
Presenti tante persone che hanno voluto solidarizzare con i famigliari delle vittime che hanno sfilato con al collo le foto delle vittime. Moltissimi i soggetti che si sono costituiti parti civili oltre a centinaia di famigliari anche la Presidenza del Consiglio dei ministri, la Regione Toscana, la Provincia di Lucca e il Comune di Viareggio, oltre ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di diverse regioni e alla CGIL. Assenti in aula tutti e trentadue imputati. Assente anche i rappresentanti del Comune di Viareggio, una mancanza questa, giudicata grave dai famigliari delle vittime. Intanto sono state fissate le prossime udienze per le date del 2, 3 e 4 aprile.
Viareggio tutta attende giustizia per questo è bene ricordare sempre che quella strage non è stata figlia della casualità ma di responsabilità precise di chi mette davanti alle vite i propri profitti.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + = 12