Giù le mani dai cani di Anna


Anna e i suoi cani sono entrati da qualche tempo al centro delle cronache locali perché qualche insensibile burocrate, attaccandosi a cavilli, vuole distruggere la bellissima esperienza che Anna porta avanti dal 1996. I cani di Anna vivono in un ambiente naturale in armonia tra loro. Sopra Stiava, Anna e la sua famiglia, da anni aiutano molti cani in difficoltà che magari hanno subito percosse o che sono stati abbandonati. L’eventualità che siano tolti alle cure e all’affetto di Anna e della sua famiglia per essere portati in un canile ci fa rabbrividire. I cani di Anna sono pacifici convivono tranquillamente con gatti e galline. Sono ben nutriti e hanno uno spazio di molti ettari di terra nei quali vivere liberamente. Appena siamo arrivati alcuni ci sono corsi incontro scodinzolanti, altri più timidi ci guardavano da distanza. Ci sono storie incredibili. C’è Laika una canina che è rimasta cieca e che fa tenerezza. C’è Roby, un cane che è stato tolto a dei criminali che lo facevano combattere. Roby, è un cane che qui ha ritrovato la sua tranquillità. Vive con gli altri cani e del suo passato non è rimasta traccia nel suo carattere. Lo spazio è grande; ed è pulito e curato. Anna non ha finanziamenti fa tutto da se con l’aiuto dei suoi famigliari. L’entusiasmo però non le manca e annuncia che se dovessero portargli via i cani è pronta a incatenarsi al cancello della sua dimora. Il sindaco di Massarosa, Mungai, sembra non escludere questa ipotesi che a noi appare, non solo crudele, ma del tutto irrazionale. Infatti le motivazioni che i cani sarebbero tenuti male sono del tutto infondate. I cani di Anna vivono in un piccolo paradiso. Non c’è alcun pericolo sanitario visto che sono tutti ben curati. Inoltre, la zona in cui vivono è lontana dal centro abitato. Molti di questi cani sono anziani e la loro deportazione in un canile equivarrebbe, molto probabilmente, a morte certa. Il marito di Anna ci fa vedere anche dei fogli che ci mostrano come da tempo abbiano chiesto al comune dei permessi e di come loro siano del tutto in regola. Non sappiamo come finirà questa storia. Quello che sappiamo che molti cani vivono mali e che avrebbero bisogno di cure e attenzioni ma non sono certo i cani di Anna per questo ci auguriamo che la ragionevolezza prevalga su burocrazie insensibili.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

One Response to Giù le mani dai cani di Anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei − 3 =