Promesse di sindaci sui rifiuti zero, non ci fidiamo!


S’è svolta, presso la Croce Verde di Viareggio, lunedì 8 luglio, un incontro pubblico promosso dalla Rete Ambientale che ha invitato vari amministratori locali per discutere del piano interprovinciale dei rifiuti. All’iniziativa hanno partecipato una settantina di persone molto attente a come gli amministratori di provincia e comuni reagivano rispetto al documento “PROPOSTE PER UNA GESTIONE VIRTUOSA DELLE MATERIE PRIME SECONDE”.
L’atteggiamento dei sindaci e degli assessori sembrava conciliante e disponibile palese il tentativo di fare finire il tutto a tarallucci e vino. Un compagno del Coordinamento Anticapitalista Versiliese è intervenuto per ricordare come da anni ormai alle promesse non seguono i fatti. Ha sottolineato come il presidente della regione Enrico Rossi abbia la stessa tessera del partito dei sindaci, quella del PD, e come l’inceneritore di Falascaia sia stato chiuso per le mobilitazioni dei cittadini e per l’intervento della magistratura e non certo per volontà delle amministrazioni locali. Chi pensava ieri tra sindacalisti e politicanti di anestetizzare il conflitto si sbaglia di grosso. La difesa dell’ambiente si può raggiungere solo lottando e non concertando con doppiogiochisti. Infatti la parte maggioritaria dei presenti non si fida delle promesse di questi signori e prepara mobilitazioni per dire no ad ogni forma di incenerimento. Intanto un primo appuntamento è promosso per il 16 luglio alle ore 21.30 presso il cantiere sociale versiliese, proprio dal coordinamento anticapitalista versiliese, Cobas e altre realtà, dove si terrà un’iniziativa che prevede la proiezione di un video che mostra anni e anni di lotta contro il mostro di Falascaia. Tenere viva la memoria di ieri per prepararsi alla lotta di domani. La lotta per arrivare a Rifiuti Zero è ancora lunga e ne siamo ben consapevoli.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× nove = 18