Contro il rigassificatore! Contro le politiche di chi svende i territori e la sicurezza ambientale! Contro chi pensa solo ai profitti!

La realizzazione del rigassificatore è una minaccia concreta per l’ambiente e per la sicurezza di migliaia e migliaia di cittadini. A soli dodici miglia di distanza dal porto di Livorno verrà ancorato un ammasso di ferraglia che non ha niente di rassicurante e che nella migliore delle ipotesi contribuirà ad inquinare ulteriormente il mare. Gli impianti di rigassificazione realizzati in mare su strutture offshore, o su particolari navi dette “unità galleggianti di stoccaggio e rigassificazione” sono delle vere e proprie bombe che galleggiano.
Le forze politiche che amministrano la città di Livorno e la regione Toscana ancora una volta hanno dato ascolto agli interessi delle lobby e non alle preoccupazioni dei comitati cittadini. Ancora una volta la politica si piega agli interessi dei soliti notabili.
Il profitto capitalista si dimostra sempre di più, ogni giorno nemico, dell’ambiente e della salute delle persone. Rigassificatori, inceneritori, impianti di stoccaggio, TAV, basi militari, ecc.. sono tutte scelte nefaste che i governi di centrodestra e centrosinistra fanno passare sulle nostre teste. I profitti di pochi valgono, purtroppo, più della vita di tanti.
Siamo qui in piazza per portare la nostra solidarietà alle/ai compagne/i livornesi che sono in prima fila contro questo folle progetto che purtroppo è giunto a concretizzarsi.
Pensiamo che ogni esperienza di lotta di difesa ambientale sui territori deve provare a confrontarsi con le esperienze di altri luoghi e dove sia possibile coordinarsi. Riteniamo, inoltre, che si deve dare alla lotta ambientale un orizzonte più ampio. Fino a che non metteremo seriamente in discussione il sistema capitalista, i padroni, e i loro servi politicanti, continueranno a lucrare con inceneritori, discariche, rigassificatori e altre industrie di morte.

Coordinamento Anticapitalista Versiliese

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei × = 36