Compagna del Blocco Anticapitalista pronta a denunciare fascisti e questura dopo il foglio di via


Non ci sta a subire questo sopruso, del foglio di via, e una compagna del Blocco Anticapitalista Versiliese passa al contrattacco. “Non mi limiterò alle memorie difensive che ho affidato come altri compagni all’avvocato Filippo Antonini.” dice in modo deciso.“Ma Presenterò degli esposti denunce in primo luogo contro chi ha fatto il saluto romano sul pontile perché questo è un reato di apologia di fascismo. Inoltre denuncerò anche la questura perché nel procedimento amministrativo del foglio di via sta scritto che la sottoscritta assieme ad altri tagliava la rete. Non sono stata vista tagliare la rete anche perché non l’ho tagliata e non sono stata ancora giudicata per questo.” Ma è tutto il Blocco Anticapitalsta a stringersi attorno alla compagna e a rilanciare. Il comportamento della polizia a Forte dei Marmi è stato equivoco. Siamo andati sul pontile a manifestare contro una decisione razzista come quella di mettere la Rete Anti Immigrati e siamo stati accolti da dei provocatori alcuni di questi noti alle forze dell’ordine che oltre ad offenderci e minacciarci hanno ripetutamente fatto il saluto romano. Uno di questi signori il giorno dopo s’è presentato davvero sotto casa dei genitori di un nostro compagno al Cinquale. Quali provvedimenti ha preso la polizia in merito? Questo usare due pesi e due misure è inaccettabile.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette − = 1