Falso allarme a causa di un pregiudizio razziale alla fiera di Camaiore

L’ennesimo pregiudizio razziale ha provocato a Camaiore il fermo di una coppia rom, che s’è vista accusare ingiustamente di avere rapito una bambina. In realtà la bambina era stata affidata loro da una parente. L’episodio per analogia ricorda quello avvenuto in Grecia, qualche settimana fa, risultato anche quello del tutto infondato. Siamo di fronte ad un isterismo seminato ad arte da chi vuole impaurire le persone e spingerle contro i più deboli. Se l’anziana coppia non fosse stata di etnia rom non sarebbe mai stata fermata affermano i Berreti Bianchi da sempre prodighi con il popolo rom. E mentre a Camaiore infuria la polemica il Blocco Anticapitalista, ex Sinistra Critica, ci fa sapere che nelle prossime ore valuterà se presentare o meno un esposto alla procura perché si accerti se sono stati compiuti i reati di procurato allarme e di discriminazione razziale.
Non è la prima volta e non sarà nemmeno l’ultima che episodi di razzismo si manifestano nel nostro territorio. Intanto questa anziana coppia ha dovuto subire un’umiliazione su quali tutti dovremmo riflettere con attenzione.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto × 2 =