Lo sportello del lavoro al Cantiere Sociale è una realtà sempre più importante


L’avanzare della crisi ha risvolti drammatici nel mondo del lavoro. I padroni aumentano i loro profitti facendo pagare i costi della crisi, da loro generata, ai lavoratori. In questo contesto uno strumento come lo sportello del lavoro non solo è utile ma diviene indispensabile per difendere i lavoratori dall’aggressione padronale. Il ruolo dei sindacati confederali è passato dalla concertazione al calabrache. Partendo da questa consapevolezza il Coordinamento Anticapitalista Versiliese diede vita allo sportello del lavoro affiancandosi ai COBAS per quanto riguarda l’assistenza sindacale.
Dallo sportello, in quasi un anno dall’apertura, sono passate tantissime persone che hanno portato i loro problemi. Storie di licenziamenti, di cassintegrati, di persone sfruttate che si vedono costrette a fare straordinari non pagati, persone che lavorano senza le normali condizioni di sicurezza costrette persino a comprarsi le scarpe antinfortunistiche da sole e tanto altro ancora Quello che è passato e passa dallo sportello è la disperazione di un mondo del lavoro lasciato solo da una CGIL sempre più verticistica e burocratica, che pensa a non urtare la sensibilità del PD e delle imprese che in questo partito vedono un punto di riferimento. Dal Cantiere Sociale, dove tutti i giovedì dalle 17.30 alle 19.30 è in funzione lo sportello del lavoro, sono passati in molti per avere risposte su contratti, buste paghe, contributi, sicurezza sul lavoro, ecc.. Lo sportello del lavoro non vuole però essere solo un luogo di assistenza legale ma anche di ricomposizione sociale dove si costruisca una reale solidarietà ai lavoratori che decidono di lottare per la difesa dei propri diritti. Dalle lavoratrici delle cooperative sociali della sanità, passando per gli operai dell’impianto di stoccaggio dei rifiuti di Pioppogatto, arrivando ai lavoratori delle cooperative di pulizia sono veramente tante le vertenze aperte dallo sportello del lavoro. Un successo non del tutto inaspettato ma, comunque, sempre al di là di ogni previsione. E siamo convinti che sempre più perone si rivolgeranno allo sportello del lavoro che sta diventando un punto di riferimento importante per tantissimi lavoratori.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque − = 4