Bufera sull’assessora Lazzerini

Era prevededibile che le uscite dell’assessora Isaliana Lazzerini provocassero delle dure reazioni.

Durissimo il comunicato del Collettivo Politico Caracol che difende l’operato della Brigata Sociale Anti Sfratto e dell’Unione Inquilini sottolineando che se non avessero occupato le famiglie sarebbero in strada, abbandonate a sé stesse dalle istituzioni.

I ragazzi del Caracol oltre ad esprimere solidarietà agli occupanti invitano pressantemente tutti i politicanti che se ne stanno nel palazzo a dimettersi.

Anche il Cantiere Sociale Versiliese interviene nella vicenda oltre che per solidarizzare con gli occupanti per ribadire di non essere più intenzionato ad esserre citato impropriamente dall’assessora che confonde le associazioni dimostrando incapacità.

Durissimo anche l’intervento di Stefano Poletti compagno storico del Varignano che sulla propria pagina facebook scrive: “Cara Signora Lazzerini lei è scandalosa ma lo sono di piu chi l’ ha inserita nella lista elettorale, una volta chi rappresentava i comunisti nelle istituzioni aveva capacita e sopratutto si schierava con gli ultimi. Cara signora, io ieri non ero in comune perche malato ma sono daccordo con l’occupazione dello stabile. Denunci anche me, cara signora, invece, che prendersela con i compagni del cantiere l’unica realta politica del quartiere risolve questo problema. Ci sono cinque case che avete murato al varignano due al bonifica e tre al Lenci e sembra che siano state rifiutate da chi è in graduatoria che intendete fare con chi si permette di rifiutare il Varignano? E faccia un piacere vada a fare la calza grazie”

Il PRC circolo Caprili in una nota afferma: “Riteniamo che sia del tutto legittimo e auspicabile che chi è stato buttato in mezzo ad una strada, insieme ai propri bambini, si riappropri di un bene cui ha pieno diritto. Il diritto all’abitazione per sé e per la propria famiglia non può essere negato per l’inerzia o la cattiva volontà di istituzioni che si definiscono democratiche.” e ancora attacca Isaeliana Lazzerini  “Prima di incollarsi alla poltrona di assessora, Lazzerini scriveva ‘in questa giunta non sento profumo di sinistra’ in effetti l’unica cosa che si sente è una forte puzza di autoritarismo repressivo”.

Di ufficio la difesa del segretario comunale dei Comunisti Italiani, Fabiano Frosini, verso la propria assessora. Frosini, di fatto, non dice niente di politicamente rilevante e soprattutto non spiega con che faccia a Roma il 12 aprile il PdCI scenderà in piazza accanto a chi le case le occupa quotidianamente mentre a Viareggio tiene lo stesso comportamento dei fascisti, cioè quello di denunciare i compagni che occupano.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 + = tredici