Protesta dei lavoratori ERSU a Pietrasanta



Si è tenuta oggi la protesta dei precari Ersu (igiene ambientale di Pietrasanta) sostenuta dai Cobas e dai delegati Rsu del cobas e di Usb
Una ventina di precari si sono dati appuntamento davanti all’Ersu dove si teneva la inaugurazione di una macchina per la pulizia delle spiagge.
L’obiettivo è stato raggiunto, ossia chiedere ai sindaci della Versilia e dell’entroterra una presa di posizione decisa presso l’ato costa in vista della definizione degli organici della futura società pubblico privata che avrà in gestione l’igiene ambientale in un centinaio di comuni toscani
La posta in gioco non è di poco conto perchè al momento di definire gli organici  i lavoratori precari , cosi’ come quelli delle cooperative appaltatrici del porta a porta (solo in provincia di Pisa tra manutencoop pontedera e arca sono 260 i lavoratori impiegati) , debbono conservare il loro posto di lavoro per essere non solo stabilizzati ma inquAdrati con il contratto federambiente o fise.

Fin dalla prossima riunione dell’ato costa gli impegni dovranno essere ratificati da parte di ogni comune e dell’Ato costa perchè non sia perduto alcun posto di lavoro

COBAS LAVORO PRIVATO PISA E VERSILIA

Video Intervista a Federico Giusti dei COBAS

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque + 2 =