La Brigata Antisfratto solidale con il distretto 42 di Pisa

Anche in Toscana la vile manovra atta ad avvantaggiare speculazione, cementificazione, e profitto è piombata come un macigno sulla testa degli occupanti dell’ex distretto militare, che in mattinata sono stati sgomberati.
E’ oramai da tempo che spazi restituiti alla cittadinanza sono sotto l’occhio del “Ciclone Renzi”, che grazie all’art.5 del suo fantasmagorico decreto casa, prevede con effetto immediato come in questo caso l’annullameto delle residenze, e delle utenze di luce, gas e acqua di chi ha occupato “illegalmente” immobili sfitti.
Appellandosi a questo decreto, il tribunale di Pisa ha cosi disposto il sequestro dell’immobile con immediato abbandono dello stabile da parte degli occupanti.
Troppe promesse sono state fatte Ministro Lupi, Troppa propaganda è stata fatta sulla pelle di chi oramai da anni subisce questa crisi Presidente Renzi, troppa gente non ha casa, e troppe case sono vuote, e intanto la speculazione continua senza ritegno, senza vergogna, ponendo l’emergenza abitativa come un problema sociale, ma come un problema di ordine pubblico, mobilitando ogni volta ingenti spiegamenti di forze dell’ordine pagate dai/dalle cittadini/e.
Ed è per questo che ci teniamo come Brigata Sociale Antisfratto ad esprimere tutta la nostra solidarietà agli occupanti dell’ ex distretto militare, consapevoli del fatto che colpendone uno ne scatenerete cento.

Sempre e per sempre dalla stessa parte

Brigata Sociale Antisfratto Viareggio

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − = 4