Nuove occupazioni di case a Viareggio

Due nuclei famigliari stavano per andare in mezzo alla strada e la Brigata Sociale Anti Sfratto e l’Unione Inquilini sono intervenuti rimediando dove le istituzioni sono latenti e latitanti.

Stamane, giovedì 29 maggio, è stato deciso di occupare per un breve periodo al Varignano uno spazio destinato all’ennesima operazione speculativa: un centro commerciale. L’occupazione ha visto l’immediata reazione delle forze di polizia che hanno risposto in massa. Dopo una situazione di stallo e dopo il tentativo di mediazione di alcuni uomini delle istituzioni. I compagni hanno chiesto che a trattare venisse un dirigente del PD, sindaco o vicesindaco o chiunque altro che dirigesse il partito di Renzi. Non interessava trattare con “utili idioti”, camerieri e personaggi politici di partitini screditati che fanno solo da cespugli al “giardino democratico”. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Naturalmente nessuna donna o uomo del PD si è presentato sul posto per interloquire con chi protestava. Alla fine è stato deciso di lasciare l’immobile e andare ad occupare una casa a Torre del Lago. Intanto altre persone senza fissa dimora stanno trovando soccorso presso l’INAPLI. Infatti la Brigata Sociale da tempo ha messo in funzione in una parte dello stabile occupato un pronto soccorso abitativo autogestito. Intanto, proprio ieri sera, il consiglio comunale ha votato, contrari solo i cinque stelle, il cambio di destinazione di uso dell’ex INAPLI per permettere alla fondazione casa di poter costruire appartamenti. Si tratta di un pannicello caldo che non risolverà alcun problema e che rischia di ostacolare un progetto sociale importante come quello del Cantiere Sociale Versiliese.

Alla fine nonostante i risultati elettorali abbiano esaltato gli esponenti del PD l’opposizione sociale in città ha ripreso a muoversi e metterà Betti e tutti gli esponenti di Via Regia davanti alle proprie responsabilità.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 × = venti otto