La casa popolare è assegnata ma non ci può entrare

Stamane in via Petri 21 B a Viareggio, la Brigata Sociale Anti Sfratto e l’Unione Inquilini sono riusciti a rinviare al 3 luglio, con un picchetto, un altro sfratto.

La peculiarità di questo sfratto sta nel fatto che eravamo giunti alla settima chiamata e la famiglia dentro pur assegnataria di una casa popolare non può ancora entrarvi per ritardi nella consegna. Gli uffici del comune ancora una volta hanno fatto una magra figura. E’ inutile parlare di legalità e farsi belli con piani casi che poggiano le proprie basi sull’astratto quando non si è in grado nemmeno di consegnare le case a chi è in graduatoria.

Per fortuna, ancora una volta siamo riusciti a tamponare le lacune dell’amministrazione.

“rimandiamo al mittente ogni tentativo di innescare una guerra tra poveri: la casa è un diritto di tutti. Piccoli proprietari, inquilini e assegnatari di case popolari possono far valere i propri diritti soltanto unendosi contro le lobby del cemento e della speculazione, nonché contro i loro camerieri politici”

Brigata Sociale Anti Sfratto

Unione Inquilini

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove × 8 =