Uno sgombero respinto a Torre del Lago uno sfratto rinviato a Viareggio

Uno sgombero respinto a Torre del Lago e uno sfratto rinviato a Viareggio. Questa giornata segna, non solo l’ennesimo successo politico e sociale, ma un importante tappa nella solidificazione del movimento di lotta per la casa viareggino.

La Brigata Sociale Anti Sfratto e L’Unione Inquilini non sono caduti nelle provocazioni e non si sono nemmeno scoraggiate. Fin dalle 5. 30 di stamane la casa occupata e minacciata di sgombero dai carabinieri è stata protetta, da una sessantina di militanti, per permettere agli occupanti compresi dei minori di poterci vivere. “La casa è di chi l’abita.” stava scritto su di uno striscione che riprende i versi di una celebre canzone di lotta. E in questa frase c’è tutto il senso di questa lotta che andrà avanti ad oltranza.

Per una volta il buon senso ha trionfato e i carabinieri dopo aver testato la forza del movimento hanno preso atto dell’impossibilità di agire. Tra i militanti, tuttavia, nessuno si fa illusioni o abbasserà la guardia. La repressione è la bestia con cui tutti quelli che lottano per condizioni di vita migliori dovranno fare i conti.

Nello stesso giorno in cui a Torre del Lago veniva respinto questo sgombero a Viareggio, in zona Bicchio, le compagne e i compagni della Brigata Sociale Anti Sfratto e dell’Unione Inquilini riuscivano a rinviare uno sfratto al prossimo 26 agosto. Ma il dramma dell’emergenza abitativa non accenna a diminuire. Anzi di giorno in giorno sono sempre di più le persone abbandonate dalle istituzioni. In molti si rivolgono allo sportello altre più disperate occupano da se e intanto il pronto soccorso abitativo all’EX INAPLI è saturo.

Questo quadro ci conferma la totale inadeguatezza della giunta Betti. L’unico che meriterebbe veramente uno sfratto è proprio questo sindaco che non sa risolvere i problemi della città.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − = zero