Rinviato uno sfratto a Viareggio grazie alla Brigata Sociale

Ancora una volta la Brigata Sociale Antisfratto e l’unione inquilini hanno risposto presente alla chiamata di una famiglia sotto sfratto. I militanti delle due realtà sociali sono riuscite con un picchetto in via Palestrina a Viareggio a fare rinviare di due mesi uno sfratto esecutivo per morosità incolpevole. Si tratta di una famiglia con un minore ai quali l’amministrazione comunale e gli assistenti sociali non sapevano dare risposte se non quello della divisione del nucleo famigliare con madre e figlio in casa famiglia e il padre ad arrangiarsi da qualche parte. L’emergenza abitativa si annuncia drammatica anche in questo autunno ma la Brigata Sociale cercherà di tappare le falle di un’amministrazione incapace. La casa è un diritto e la residenza anche. I militanti della brigata hanno, di fatto, in mente una serie di iniziative contro il piano casa ovvero il decreto Lupi che crea problemi ad ottenere la residenza per chi vive in case occupate.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei × 5 =