Piccolo vademecum di sopravvivenza alle stronzate post cortei

“Ma ma ma così ci equipariamo ai fascist…” No, noi siamo qui alla luce del sole, pubblicamente a dare una risposta come si deve ad un’attacco infame.

“la violenza è sempre sbagliata, Gandhi insegn….” Facciamo così, la volta che vi vedo trascinati via dalla polizia, incatenati davanti alle sedi dei fascisti o che ne so schiacciati dai blindati senza dire be come facevano gli indiani poi magari ne riparliamo.

“Ma ma così facciamo il loro gioco” No, noi facciamo sempre il nostro di gioco, che si chiama chi tocca uno tocca tutti. Che ogni fascista sappia che questo è quello che succede se toccano un compagno/a e ogni compagno/a sappia che non sarà mai da solo.

“Guarda, io sarei il primo se decidiamo di andare a prenderli sotto casa, o a bruciargli la sede di notte, così mi sembra inutile” No, la tua frase ha un problema verbale, tu non saresti, bensì sei uno che le spara grosse per darsi aria. Così ti sembra inutile perché tu vorresti che non succedesse mai niente in modo da non provocare mai lamentele nell’opinione pubblica.

“la mia città è stata violentata e devastata” Quando parli della tua città a cosa ti riferisci di preciso? Ai palazzi dove paghi l’affitto oppure alle banche dove paghi il mutuo o ancora alle agenzie interinali dove ti fai prendere in giro? Se poi ti riferisci al fatto che una sede di casapound è una violenza all’architettura, al buongusto ed all’armonia del quieto vivere non posso che trovarmi daccordo!

“sel dice che 150 delinquenti da arrestare, hanno preso la testa di un corteo pacifico” Senti, da gente che ha sfornato gennaro migliore, ripeto gennaro migliore non si possono accettare lezioni di tattica.

“sono sempre i soliti 150 black bloc che rovinano tutto” Certo, sono sempre gli stessi da 40 anni, sono immortali e sfruttano tunnel spaziotemporali per essere in tutti i cortei del pianeta, a volte anche nello stesso tempo

“Una volta c’erano i servizi d’ordine….” Scommetto che anche una volta stavi a casa a sentenziare, la differenza è che adesso puoi scrivere su facebook in tempo reale.

“Ma non serve la violenza, la vittoria è portare tutte queste persone in piazza” Che ti devo dire, a tutte queste persone venute oggi in piazza piace stravincere!

“Ma così poi la gente non ci capisce” Dici che dobbiamo fare gli scontri coi sottotitoli?

P.s. un plauso lo merita l’onorevole Franco Bordo di sel che ha fatto una interpellanza ad Alfano, ripeto Alfano, che sembra uscita direttamente dagli uffici della digos. A lui ed a tutti i suoi amici che adesso sono in trepidazione per tsipras chiedo: cui prodest? Nel senso che non è che se copiate lo stile manettaro della lega o di fratelli d’italia ecc. poi la gente vi vota. Perchè accontentarsi della copia sfigata se possono votare le merde originali?

contributo di Samuele Marsili

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

2 Responses to Piccolo vademecum di sopravvivenza alle stronzate post cortei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 5 = uno