Nuovo direttivo al Cantiere Sociale

Si è svolto il 4 febbraio congresso del Cantiere Sociale Versiliese che ha visto eleggere il nuovo direttivo composto da Alessandro Ravenna (presidente),Gianluca Venturini(Vice Presidente), Alessandro Giannetti (segretario), Barbara Barsottelli(tesoriera),Chiara Verona, Cinzia Valleroni, Francesca Giannini,Giuliano Lazzarini e Samuele Marsili. Sono stati eletti nella commissione di garanzia Nicolo Martinelli (presidente), Luna Caddeo, Daniele Bergamini. Nei revisori dei conti sono stati eletti Mario Vitagliano (presidente), Antonietta Agostini e Agostino Della Pina. E’ stato inoltre approvato un documento che istituisce il tavolo delle associazioni interne.

Documento approvato all’unanimità

Il Cantiere sociale in questi anni si è costruito e rafforzato arrivando con i nuovi ingressi ad avere 20 associazioni. Si tratta di un risultato importante che, tuttavia, non impedisce di vedere limiti e ritardi nella costruzione di un progetto più omogeneo ed efficiente. Riteniamo che per favorire la collaborazione tra le varie realtà interne necessita un tavolo delle associazioni che sia un vero motore aggiunto per il cantiere sociale, che favorisca le collaborazioni tra esse e che liberi il direttivo da questi impegni. Il direttivo dovrà essere impegnato su due fronti il rapporto con la provincia, o chi per esso, per difendere lo spazio ed allargare convenzione per ottenere nuovi spazi. Dovrà inoltre proporre un progetto qualificato che faccia in modo che il cantiere non sia la somma di associazioni ma una soggetto culturale, sociale, politico che pure nel rispetto della pluralità maturi un’idea condivisa e realizzi finalmente un radicamento definitivo nel quartiere e nella città.
La città di Viareggio attraversata da una crisi economica e morale senza precedenti ha bisogno di un rilancio che passi dal protagonismo delle associazioni e dei movimenti sociali per questo il Cantiere sociale dovrà essere un attore principale sulla scena viareggina. Occorre avere la capacità di intervenire puntualmente sui vari temi che stanno a cuore alla città. Il cantiere sociale non deve essere, quindi, solo un luogo dove si svolgeranno importanti iniziative ludiche, ricreative, sociali e culturali ma deve essere un soggetto che agisce anche fuori dai suoi confini. Solo in questo modo si potrà rafforzare. La scelta degli ultimi direttivi di avere nominato un ufficio stampa rappresenta sicuramente un notevole passo avanti in questa direzione. Pensiamo che il prossimo direttivo dovrà essere preciso nelle comunicazioni e puntuale nel prendere decisioni. Riteniamo che ogni associazione dovrà impegnarsi di più nel far conoscere le proprie attività. Pensiamo che il tavolo possa essere veramente uno strumento utile in tal senso.
Molte cose buone sono state fatte in questi anni ma purtroppo non sempre sono state valorizzate come meritavano. Le esperienze di questi anni devono servire a rafforzare il cantiere sociale che deve diventare un punto di riferimento non solo per le associazioni che ne fanno parte ma per tutta quella parte della città che rifiuta le logiche liberiste e il clima di austerità imposto, che crede nella solidarietà e nella partecipazione e che pensa che una città diversa possa nascere grazie anche al nostro contributo.
La commissione, che ha acquisito il seguente documento, si è occupata di recuperare i nomi dei referenti delle varie Associazioni, capire il ruolo e la effettiva partecipazione di tali Associazioni all’interno del Cantiere Sociale. Visto il monitoraggio svolto la Commissione si offre di proporre i membri che potrebbero costituire il nuovo Direttivo, la nuova Garanzia e i nuovi Revisori dei conti.
Le proposte sono state pensate tenendo conto della disponibilità data dai membri, della effettiva presenza alle passate riunioni del direttivo, e dalla partecipazione attiva che i membri hanno dimostrato all’interno dello spazio e delle attività individuali e comuni che vengono portate avanti presso e per il Cantiere Sociale

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 × sei =