Rinviato uno sfratto a Lido di Camaiore

Stamane  a Lido di Camaiore una famiglia con due minori, di cui uno malato, rischiava di finire in mezzo ad una strada. L’intervento della Brigata Sociale Antisfratto e dell’Unione Inquilini ha evitato questa eventualità. I compagni intervenuti in via Colombo hanno avviato una mediazione tra il comune di Camaiore, l’ufficiale giudiziario e la proprietà riuscendo ad ottenere un rinvio al prossimo 26 maggio. Ci auguriamo che in questi tre mesi il comune di Camaiore mantenga le promesse fatte e trovi una sistemazione dignitosa a questo nucleo famigliare in difficoltà. Ancora una volta con la solidarietà e la mobilitazione è stato evitato che la carta costituzionale fosse violentata e che una famiglia finisse a dormire all’addiaccio. Gli sfratti devono avvenire solo con un passaggio da casa a casa. La vittoria, l’ennesima, di Brigata Sociale Antisfratto e Unione Inquilini non cancella tuttavia la drammaticità di una situazione che è esplosiva.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 × = cinquanta sei