Dall’assemblea con Sandro Medici al Matteotti Occupato viene la proposta di legalizzare le occupazioni

WP_20150503_17_43_58_Pro

Veramente tante persone hanno partecipato all’iniziativa di Domenica 3 maggio, al Matteotti Occupato, promossa dall’Unione Inquilini e dalla Brigata Sociale Antisfratto sul tema della requisizione degli immobili pubblici e privati da destinare ad edilizia popolare. Il relatore principale invitato a parlare dell’argomento era Sandro Medici presidente del decimo municipio di Roma che ha spiegato come durante il suo mandato abbia realizzato quello che per molti può apparire come utopia ma che le leggi dello stato, di fatto, permettono. Numerosi interventi dal pubblico che hanno sottolineato la grave difficoltà in cui versa la città per quanto concerne il dramma dell’abitare. Nonostante fossero stati invitati tutti i candidati a sindaco ad eccezione di Filippo Antonini, sostenuto da Repubblica Viareggina e SEL, non c’era nessun altro. A coordinare l’assemblea è stato Michelangelo Di Beo, segretario dell’Unione Inquilini e Capolista della lista Repubblica Viareggina. L’assemblea ha avanzato la proposta che la prossima amministrazione comunale regolarizzi le case recuperate grazie alle occupazioni avvenute nel corso degli ultimi anni. Filippo Antonini si detto disponibile in tal senso. L’iniziativa si è conclusa con un banchetto di cibo multietnico organizzato dagli abitanti del Matteotti Occupato.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 + due =