Repubblica Viareggina attacca Del Ghingaro sul Principe di Piemonte

viareggio_centro_congressi_principe_di_piemonte01

Non le mandano a dire quelli di Repubbblica Viareggina per i beni comuni che senza se e senza ma si chierano con i lavoratori del principino e attaccano il sindaco Giorgio Del ghingaro. Pubblichiamo integralmente il loro comunicato-

“Dal noto slogan ‘Sicuri, si cambia’ al ‘Sicuri, si peggiora’: è evidente come l’assenteismo dell’amministrazione nei confronti della situazione che grava sui lavoratori del Principino, porti un malcontento non solo fra i lavoratori stessi, ma anche nella cittadinanza, indignata per come Del Ghingaro non affronti i problemi della città”. Lo scrive in una nota la lista civica di sinistra Repubblica Viareggina.

Dalle cronache apprendiamo che i lavoratori sarebbero anche stati minacciati dall’amministrazione, la quale non ha gradito lo striscione di protesta perché lederebbe l’immagine del Carnevale estivo. Del Ghingaro dovrebbe vergognarsi nel proseguire la sua campagna d’immagine, di distorsione della realtà e di menzogne: la campagna elettorale è finita, lui ha vinto le elezioni e sta facendo esattamente il contrario di quello che aveva promesso.

La situazione dei lavoratori del Principino non si affronta con le minacce: crediamo invece che debbano essere la prima voce da ascoltare in quanto lavoratori, in quanto dipendenti di una società pubblica e in quanto cittadini di Viareggio, che hanno manifestato le loro preoccupazioni a causa di una amministrazione fantasma e che si è resa presente solo in campagna elettorale. Questi pochi giorni di mandato ci sembrano già sufficienti per dichiarare l’operato di Del Ghingaro, assolutamente inadatto e pericoloso per la città di Viareggio.

Caro sindaco, i lavoratori del Principino e la classe lavoratrice tutta, vengono prima delle poltrone a Vassalle e ai suoi adepti della campagna elettorale, vengono prima dei suoi interessi di potere e di clientelismo scellerato”.

Repubblica Viareggina per i beni comuni

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + = 4