Il murales di Lozzo contro Salvini a Viareggio

12718233_491325717723743_1602515931106393642_n

Continuano a crescere le polemiche per la prossima presenza di Salvini in città a far discutere il murales di Lozzo appars in centro a Viareggio

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL MESSAGGIO ARRIVATO DA LOZZO

La democrazia Hitleriana

La logica di un pensiero illuminato è stata letteralmente stravolta da quello delle vecchie e nuove destre che, sempre più divagante, mi ha fatto ripensare al secolo scorso quando un Hitler razzista e che voleva portare l’ europa in quello che è stato il drammatico scenario dell’ olocausto , riempiva le piazze durante i comizi con una folla calorosa inneggiante all’ odio razziale e all’ intervento in quella guerra che distrusse vite e diritti in tutto il continente.
Forse anche in quei giorni vi era chi si distingueva dalla folla e chi riusciva a vedere la reale minaccia che incombeva su tutta Europa, ed anche allora i dissidenti furono messi alla gogna mediatica o peggio ancora repressi con la violenza.
Con questa azione ho voluto rappresentare quel pensiero che sembra oggi divulgarsi nell’ opinione pubblica conservatrice di Viareggio, che vorrebbe insegnare la democrazia con le minacce, le ruspe e i rastrellamenti dei popoli oppressi,
Il palazzo che ho preso come obiettivo non è casuale, si tratta infatti dello stesso palazzo che ospita la biblioteca comunale (un posto di cultura e in cui è conservata la memoria storica) e la sede della Fondazione Carnevale, che ha preferito permettere ad un pensiero razzista di partecipare al corso, anziché schierarsi dalla parte dei carristi che hanno subito minacce da quello stesso pensiero, Il fatto che il Salvini sia pure un europarlamentare, rende ancora più concreto l’ agire dell’ odio razziale, che proprio in questi giorni si manifesta a Calais, per mano dell’ alleata di Salvini in Europa, la Le Pen.
Chi pensa che la violenza stia in un goliardico lancio di uova e non l’ odio razziale è complice e responsabile dei futuri (e presenti) olocausti.

LOZZO

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− tre = 6