Gruppo Autonomo: No ai biglietti nominali per protesta non andremo a Lodi

12919831_465333493677845_4960939354927754543_n  Pubblichiamo integralmente il comunicato del Gruppo Autonomo Viareggio

Sabato 2 aprile è in programma la partita di campionato tra lodi e Cgc viareggio e dopo diversi anni di inutili divieti e restrizioni, sembrava la volta buona per poter finalmente tornare liberamente in trasferta nella città lombarda”.“Invece ci è stato comunicato dalla società che i biglietti messi a disposizione della tifoseria viareggina per la partita sono solo 50 ed esclusivamente nominali.

Ci vediamo quindi costretti a disertare la trasferta di lodi in segno di protesta contro questi ennesimi atti illegittimi imposti dalle autorità.

Infatti, non solo non comprendiamo il fatto che ci siano stati messi a disposizione solo 50 biglietti quando il settore ospite ha una capienza di oltre 300 posti, ma cosa ancor più grave sia stato imposto l’obbligo di fornire il documento d’identità per poter acquistare il biglietto quando nessuna legge prevede che sia obbligatorio per l acquisto di quest ultimo.
Infatti a differenza delle partite dei campionati professionistici di calcio, dove per poter acquistare i biglietti per le partite è obbligatorio presentate un documento, nell’hockey questa cosa non esiste e noi vogliamo che continui ad essere così.
Anche perché il biglietto nominale ha fatto da apripista alla tessera del tifoso che si sta dimostrando, (come sostenuto dalla maggior parte delle curve italiane e non) unicamente una schedatura di massa oltre che ad essere cosa inutile ai fini della sicurezza negli stadi) all’articolo 9 che da potere arbitrario alle questure di impedire a persone, che magari vengono ritenute “pericolose”, di poter acquistare i biglietti per le partite anche se non sottoposte al daspo.
Quindi per rimanere coerenti con la nostra mentalità, ci vediamo costretti a rinunciare alla trasferta che da anni aspettiamo, continuando la nostra battaglia contro i divieti di trasferta, la tessera del tifoso, l articolo 9 e tutte le altre forme di repressione che limitano la libertà e dopo aver rovinato il calcio, stanno cercando di rovinare anche l’hockey su pista.

NO AL NOMINALE!!!”

Gruppo Autonomo Viareggio

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due − = 0