Repubblica Viareggina solidale con la lavoratrice Gina De Angeli

13000319_980021772094037_8561273205977567199_n

Stiamo tornando indietro in numerose conquiste e molti diritti, ottenuti con anni di lotta, vengono spazzati via e questo non avviene per caso ma per il violento attacco padronale ai nostri diritti. La sanità e lo stato sociale in generale da oltre un ventennio subiscono la scure di governi che applicano politiche liberiste. Poco importa se siano di centrodestra o centrosinistra entrambi tagliano risorse e privatizzano. Sulle vite delle persone non si dovrebbero fare profitti ma purtroppo non è così. Anzi se lotti per denunciare ingiustizie e portare solidarietà subisci pure una vile repressione. L’infermiera e compagna Gina De Angeli per avere difeso il diritto al lavoro e alla salute è stata colpita da un decreto penale di condanna esecutivo a pagare 2.500 euro di multa in alternativa a 10 giorni di reclusione. Le colpe di Gina sono quelle di essersi battuta per il diritto alla salute e perché nessun posto di lavoro sia perso. E’ evidente che esprimiamo a Gina e a tutti/e i lavoratori e le lavoratrici della sanità che lottano la nostra piena solidarietà.

Il governo Renzi con il suo ministro della salute Lorenzin, nemmeno laureata cosa che oggi viene invece richiesta persino al personale infermieristico, sta chiudendo nosocomi, riducendo personale, o tagliando su accertamenti diagnostici. Il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, aveva presentato una riforma sanitaria che andava nella stessa direzione e verso la quale in poco tempo erano state raccolte le firme per chiederne l’abrogazione ma il democratico, di nome ma non di fatto, con alcune piccole variazioni ha scippato i cittadini del referendum.

La lotta per difendere la sanità pubblica è una lotta importante ma come tutte le lotte può avere un prezzo da pagare come dimostra l’azione repressiva che ha colpito Gina De Angeli che si era schierata in difesa delle lavoratrici della Dussman Service.

Come Repubblica Viareggina siamo solidali con Gina De Angeli, sempre presente e coerente nelle lotte e, ci auguriamo che possa impugnare e rovesciare questa ingiusta sentenza. Gina con la sua storia dovrebbe essere di stimolo ed esempio per tutti noi.

 

Repubblica Viareggina per i Beni Comuni

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


1 × sei =