Unione Inquilini e Brigata Sociale Antisfratto: “Se la Mei è inadeguata si dimetta!”

WP_20160528_10_45_32_Pro

Stamane Unione Inquilini e Brigata Sociale Antisfratto hanno compiuto un’azione simbolica allo spazio murato in angolo tra via Matteotti e via Veneto. Un blitz che serve anche a dare l’adesione alla mobilitazione “Viareggio non si vende” del prossimo 4 giugno alle ore 17 in Piazza Margherita.

Striscione appeso anche al Matteotti Occupato che come tutte le occupazioni cittadine chiede di essere regolarizzato e non sgomberato.

Pubblichiamo integralmente qui sotto il comunicato stampa delle due realtà

Abbiamo affisso uno striscione e presidiato il posto parlando con i passanti; li stessi si dichiaravano increduli sulla situazione di svendita del patrimonio pubblico della città; il dissesto, non giustifica la perdita dei diritti di un cittadino di usufruire di un bene pubblico. Per questo denunciamo le politiche di speculazione di Del Ghingaro e della sua amministrazione e denunciamo l’immobilità e il danno delle politiche repressive e di facciata portate avanti dal settore casa e sociale della giunta, politiche che ricordano il “gioco delle tre carte” eludendo la città con proclami e folclore, preparando di nascosto pericolosi progetti di svendita della città. Ci accorgiamo che, per questi “governanti da salotto”, la campagna elettorale non è mai finita, un continuo bisogno di consenso li portano ad amministrare Viareggio con politiche d’immagine, ma totalmente prive di funzionalità per il tessuto sociale in crisi. Sempre più famiglie perdono il lavoro e si trovano sotto sfratto, sempre più case pubbliche rimangono vuote e destinate alla svendita al privato per appartamenti di lusso che rimarranno a sua volta vuoti, se tutto questo ha un senso per Del Ghingaro e Mei, che lo vengano a spiegare alle decine di famiglie che sono costrette a dormire in strada, in macchina o alla stazione. L’assessore a casa e sociale Sandra Mei e il dirigente Strippoli, ci confermano inadeguato il loro ruolo ricoperto per il settore casa e sociale, crediamo che le dimissioni debbano prenderle seriamente in considerazione. Il degrado lo state creando voi, noi riapriamo e recuperiamo gli spazi sociali e ci riprendiamo quello che ci spetta in nome della giustizia sociale”.

Unione Inqulini

Brigata Sociale Antisfratto

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + 2 =