La giusta lotta contro il forno crematorio e il rischio strumentalizzazioni

WP_20160623_19_23_54_ProContro il progetto del forno crematorio a Torre del Lago, un vero e proprio impianto inquinante che fa gola ai soliti noti, si sono levate nel corso del tempo molte voci. Essere contrari all’ennesimo progetto speculativo che minaccia la salute della collettività in nome del profitto di pochi è cosa di buonsenso. La mobilitazione contro il forno è andata crescendo assumendo i toni di una mobilitazione di massa e questo non ha di sicuro fatto piacere a Del Ghingaro e ai suoi accoliti. Tuttavia, questa lotta è stata inquinata da atteggiamenti razzisti facilmente strumentalizzabili che rischiano di depotenziare le sacrosante ragioni di chi in buona fede protesta contro la realizzazione di quello che noi chiamiamo inceneritore. La scritta indegna “Del Ghingaro ebreo” apparsa a Torre del Lago non solo è da condannare ma obbliga tutti ad una attenta riflessione su quanto antisemitismo, razzismo, ignoranza e xenofobia siano purtroppo presenti anche nella nostra città e di come alle volte siano stati sottovalutati. L’attivismo di alcuni gruppi di estrema destra sempre presenti nei social network e in una certa misura anche nella battaglia contro il forno rischia di mettere un marchio profondamente negativo ad una giusta lotta di popolo.

Non sappiamo se a scrivere quelle ingiurie sia stato un simpatizzante di Fratelli d’Italia piuttosto che di Forza Nuova o di qualche altro gruppo estremista. Non sappiamo se sia stato uno stupido isolato o un amico della giunta per screditare la lotta. La domanda “Cui prodest?” ce la siamo posti. Quello che sappiamo e affermiamo: E’ che si tratta di una scritta indegna che non deve trovare in alcun modo cittadinanza e che nello stesso tempo, però, non deve in alcun modo essere strumentalizzata da chi amministra questa città pensando solo al portafoglio e mai ai veri interessi della cittadinanza. Crediamo che i cittadini di Viareggio e Torre del Lago devono continuare a mobilitarsi senza essere accusati di niente perché sono sicuramente, per la stragrande maggioranza, estranei a questi gesti Insulsi e alle ideologie malsane da cui sono stati partoriti. Pensiamo, tuttavia, che al fine di evitare strumentalizzazioni di qualsiasi genere e da qualsiasi parte farebbero bene a sorvegliare  e isolare sul nascere ogni rigurgito fascista.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× otto = 56