Anche in Versilia è nato il comitato “Acqua alla gola”

13529054_10208089421226041_8773917940243476208_n

Nella sala della circoscrizione al Marco Polo, venerdì 1 luglio, è stata ufficializzata la nascita del comitato “con l’acqua alla gola” della Versilia. Tale comitato esiste già a Massa dove ha raccolto migliaia e migliaia di firme per chiedere l’uscita del comune da GAIA.

Le intenzioni del neonato comitato sono chiare: difendere l’acqua pubblica come bene comune come affermato dalla volontà popolare con il referendum del 2011.

Gli interventi in sala hanno messo l’accento sul caro bollette, sul fatto che a far lievitare le bollette non siano i consumi ma una marea di voci extra. Qualcuno ha denunciato anche come in alcune zone manchino ancora le fognature, di come parti delle tubature siano in amianto e di come l’acqua non sia certificata. All’iniziativa erano presenti esponenti della Rete Ambientale, di Medicina Democratica, di Repubblica Viareggina e del Movimento Cinque Stelle e del comitato cittadino di Forte dei Marmi ma soprattutto cittadine e cittadini comuni. In molti hanno già iniziato a raccogliere firme per chiedere ai sindaci di far uscire i comuni da GAIA altrimenti sarà chiesto ai sindaci di uscire dai comuni. Intanto per il 5 luglio a Massa è prevista una manifestazione fiaccolata contro GAIA.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

One Response to Anche in Versilia è nato il comitato “Acqua alla gola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − tre =