“Questo Mc’Donalds non s’ha da fare!” Iniziano le prese di posizioni contrarie

hamburger-mcdonald

La notizia dell’apertura di un Mc’Donalds al quartiere Varignano ha provocato subito una serie di reazioni. In prima fila ci sono gli antispecisti che hanno segnalato ad Earth Riot la cosa che ha annunciato lo sbarco a Viareggio di Occupy Mc Donald’s per offrire un’opposizione critica, diretta e costante alla realizzazione del progetto in questione, accompagnata da un’informazione pulita rivolta ai cittadini e basata sulle istanze antispecite senza trascurare alcuna vittima di sfruttamento, perché nessuno/a è veramente libero/a se non siamo liberi/e tutti/e. A prendere posizione contro anche Repubblica Viareggina e il Cantiere Sociale di cui pubblichiamo integralmente i comunicati.

Siamo venuti a conoscenza tramite i quotidiani locali che nel brevissimo tempo inizieranno i lavori per l’apertura di un Mc donald’s nel quartiere Varignano. Come Repubblica Viareggina diciamo a gran voce NO a questo progetto, volto solo a riempire le tasche dei soliti noti. Ci chiediamo chi e come ha deciso di questo progetto, senza sentire in alcun modo i cittadini che abitano la zona. Come accade ormai da tempo in questa città, i cittadini sono costretti a subire decisioni prese dall’alto senza la possibilità di poter intervenire nelle scelte. Oggi la governace decide e al cittadino tocca adeguarsi. Ci direte che il progetto porterà posti di lavoro, non ci crediamo. Sappiamo bene cosa porterà, una quindicina di assunzioni a tempo indeterminato, lavoro sottopagato, massima flessibilità e veto assoluto di iscriversi a qualsiasi organizzazione sindacale che ne possano tutelare i diritti. La precarietà porta solo a massimizzare i profitti a scapito della qualità e delle condizioni del lavoratore. Non da meno è l’impatto che questa multinazionale avrà sull’economia del quartiere. L’apertura di un tale colosso metterebbe in dura crisi i ristoratori della zona gia devastati dalla crisi. A livello ambientale poi sarebbe disastroso, considerando che il quartiere è già un arteria che lega la città all’autostrada, il passaggio di Tir, e veicoli è molto alto e di conseguenza l’aria in alcune ore del giorno è davvero irrespirabile e questo a discapito degli abitanti e di tutti i Viareggini. Inutile starvi poi ad elencare i danni che Mcdonald’s porta all’ambiente e all’ecosistema con un conseguente aumento dell’inquinamento. Con il progressivo smantellamento del servizio sanitario a favore del privato diventa sempre piu reale come questo modello di alimentazione favorisca non solo i profitti della multinazionale ma anche come garantisca sicuri profitti per i privati della sanità Cibo sano e filiera corta, rapporto diretto tra produttore e consumatore sono alla base di una sana alimentazione e di un giusto stile di vita che ci sentiamo di difendere, tutelare e sviluppare.

Repubblica Viareggina per i beni comuni


Il progetto del nuovo fast food al varignano è agghiacciante, perché lo si vuole costruire dopo il palese fallimento dell analogo ma differente “spacciatore” dicolesterolo che ha chiuso i battenti in passeggiata non molto tempo fa?
Non si pensa alle diverse attività che vivono e lavorano nel quartiere da sempre e alla ricaduta economica che possono avere?
Per non parlare degli oramai ben noti effetti che questo tipo di alimentazione se così là si può chiamare, reca al corpo umano?
E non si dica che questo fast food da posti di lavoro, perché sono oramai ben note le vicende per quanto riguarda i contratti che vengono fatti ai/alle dipendenti, orari devastanti per paghe da fame, in una sola parola sfruttamento!
Non dobbiamo cedere al ricatto occupazionale, perché di questo si tratta!


Cantiere Sociale Versiliese

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

2 Responses to “Questo Mc’Donalds non s’ha da fare!” Iniziano le prese di posizioni contrarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 × = venti otto