Unità e solidarietà per i terremotati da parte delle feste della Pineta di Levante

WP_20160828_21_57_40_Pro

La solidarietà è un’arma importante da usare e l’hanno usata, in favore dei terremotati, gli organizzatori delle varie feste e dei “giorni della memoria” che si svolgono in pineta durante l’estate. Domenica 28 agosto i famigliari della strage di Viareggio riuniti nell’associazione il Mondo che vorrei, i Partigiani Sempre, Repubblica Viareggina, l’opposizione CGIL e il coordinamento dei disoccupati autorganizzati si sono ritrovati tutti assieme per organizzare una cena per raccogliere fondi e per svolgere un’assemblea unitaria che oltre a fare un bilancio delle giornate tenesse conto dei disastri che purtroppo continuano a colpire il nostro paese. Qualcuno ha ricordato come prima dell’inizio delle serate in pineta di Levante ci sia stato il grave incidente ferroviario di Andria e come verso la fine sia arrivato il terremoto che ha colpito Amatrice e il centro d’Italia. In entrambi casi, come per la strage di Viareggio, si tratta di morti in nome del profitto capitalistico. Ma c’è chi resiste come dimostrano le serate di lotta che si sono svolte per tutto agosto nella pineta di Levante. La cena ha permesso che venissero raccolti 1.300 euro che l’associazione il Mondo che Vorrei consegnerà per aiutare i terremotati. C’è una Viareggio solidale e resistente che non si piega e che è pronta a lottare anche a ripartire dal 12 settembre quando riprenderanno le udienze processuali per la strage di Viareggio.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 − = uno