Dopo il recupero di due case assemblea partecipata per il 10 ottobre

wp_20161010_21_39_49_pro

Il 10 ottobre è divenuto ormai da anni un appuntamento importante, non solo per Unione Inquilini che lo organizza in tutta Italia, ma anche per tutto il movimento di lotta viareggino. Con questo spirito c’è stata, presso la casa del genio civile in Largo Risorgimento, un’assemblea molto partecipata alla fine di un percorso di alcuni giorni che ha visto il recupero di due case strappate all’incuria e al degrado per permettere a persone con bambini piccoli di poterci vivere. Oltra alla casa di Largo Risorgimento dove si è svolta una vivace e interessante assemblea è stata recuperata anche una casa di via Menini in Darsena in un luogo che è pieno di case occupate. Inutile descrivere come sono state trovate le case chiuse: piene di siringhe e immondizia ma questo non ha scoraggiato gli occupanti che forti di una grande solidarietà le hanno ripulite.

All’assemblea ci sono stati numeros interventi che si sono susseguiti arricchendo il dibattito. Oltre a quelli previsti di Unione Inquilini e Brigata Sociale Antisfratto sono intervenuti: Cantiere Sociale, Repubblica Viareggina, Rifondazione Comunista, Berretti Bianchi e Donne in Cantiere

Oltre al diritto all’abitare si è parlato dei tanti minori in condizioni di disagio e del menefreghismo delle istituzioni. E’ stato ribadito quanto sia vigliacco il decreto Lupi nel piano casa voluto da Renzi che nega la residenza e con essa un insieme di diritti connessi ma sono state anche lanciate nuove proposte di lotta unitaria a partire dalle mobilitazioni nazionali e regionali e dalla mobilitazione per dire “No” al referendum del 4 dicembre.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 × nove =