Regalo matto, spazio fuori mercato e ludoteca per un bellissimo sabato al cantiere sociale

wp_20161217_17_14_55_proSi è svolta Sabato 17 Dicembre presso il Cantiere Sociale un’iniziativa interessante e molto partecipata su di un modello alternativo di consumo. Mentre i grandi centri di distribuzione e catene di fast food provano ad imporre un modello di alimentazione basato sul bieco consumo di prodotti dalla dubbia provenienza e trattati con chissà quali prodotti nocivi c’è chi decide di riscoprire il sapore e il valore dei piccoli produttori di stagione legati ai territori che fanno della cultura alimentare e del rispetto della terra un vero e proprio stile di vita.

Assieme ad alcuni coltivatori locali erano presenti le esperienze di Mondeggi fattoria senza padroni, e quella di Urupia comune libertaria del Salento che hanno dato vita anche ad un interessante dibattito.

In contemporanea si è svolto anche il regalo matto un evento dove si portano le cose che non ci servono più e si lasciano sui tavoli, disposte per categoria, a disposizione di chi invece potrebbero essere utili. Allo stesso modo si prende ciò che può servirci senza comunque eccedere nell’accaparramento smoderato e mantenendo un atteggiamento rispettoso e gentile nei confronti di tutti i partecipanti.
Il regalo matto non ha scopo di lucro, ma favorisce un’idea di economia legata al riciclo, al riutilizzo, al non-spreco, un’economia sostenibile e solidale. Per questo gli oggetti presi agli eventi mensili sono da destinarsi ad uso personale e non possono essere rivenduti.

A concludere, degnamente, l’intensa giornata c’è stata la ludoteca “Indiani del quartiere” che ha voluto far festeggiare ai bambini del quartiere il natale con giochi, merende e con l’arrivo di Babbo Natale. 

Prossimi appuntamenti saranno il 5 gennaio in piazza al Varignano per la festa di befana e il 14 gennaio al cantiere sociale per un nuovo appuntamento con le realtà fuori mercato e con il regalo matto.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 6 = dodici