Decreti Penali di condanna a 9 militanti di Viareggio e Lucca per un’occupazione del 2013

download

Sono arrivati a nove compagni di Viareggio e Lucca dei decreti penali di condanna per un reato avvenuto nell’ottobre del 2013. Si contesta l’occupazione di una casa. Oltre alla lentezza dell’azione della magistratura è bene sottolineare come molte delle persone identificate mai entrarono in quella casa ma si limitarono a solidarizzare fuori. Si tratta, quindi, di una condanna a chi esprime solidarietà. Tra i condannati anche un giornalista che allora scriveva per Il Tirreno e che si trovava sul posto solo per fare il proprio lavoro. Tutto ciò conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, del modo maldestro e confuso col quale si muovono gli apparati repressivi dello stato. Nonostante le condanne siano irrisorie con cifre tra le 150 e le 300 euro tutti gli imputati hanno annunciato ricorso. Proprio in questi giorni tra Massa e Viareggio una serie di compagni si è riunito per discutere di repressione e nella fattispecie degli odiosi decreti penali di condanna che condannano senza che l’imputato possa difendersi in un regolare processo. A breve seguiranno iniziative.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 2 = dieci