Dura presa di posizione del Cantiere Sociale sulle scritte fasciste in città già cancellate

Richiami ad Hitler, svastiche sulla porta della sede dell’associazione “Alessandro Petri”, attacchinaggi di Forza Nuova sulla sede dell’Anpi, striscioni sul comune e non ultima una scritta accompagnata da una svastica che dice : “ stiamo tornando, le camicie nere “.
Questo è il clima oggi a Viareggio; queste intimidazioni non fermeranno di certo il lavoro che quotidianamente i soggetti antifascisti fanno all interno degli spazi, alla luce del giorno, e non protetti dalla notte per vergogna e per paura, questo, lo lasciamo a loro, ai 3 Forzanovisti locali che sfruttando la situazione di instabilità della città, anche per colpa di una giunta assente ed insufficienti a frenare tali rigurgiti, provano a cercare consensi in nome della “sicurezza” inutilmente poiché incapaci.
E mentre il Gruppo Autonomo ( al quale ci accodiamo e sosteniamo ) denuncia la provocazione dei tifosi dell’ Hockey forte dei marmi che durante l’ultima partita tenutasi al palazzetto dello sport hanno provato ad esporre un effige stilizzata che richiamava il volto di Hitler, questi rigurgiti imbrattano la città con vili scritte ( prontamente rimosse ) a mo di intimidazione forse in risposta al presidio indetto dall’ ANPI a Pietrasanta e preceduto dall’assemblea più che partecipata tenutasi nello spazio sociale del Cantiere Sociale versiliese lo scorso settembre e la dura presa di posizione della giunta di Massarosa verso chi inneggia al fascismo se pur del terzo millennio o camuffato come quello di Forza Nuova.
Continueremo a vigilare, continueremo a mantenere la memoria dei Partigiani e delle Partigiane, continueremo ad onorare la memoria di chi per quelle mani ha perso la vita! Cancelleremo ogni scritta, strapperemo ogni volantino.

Ieri partigiani/e Oggi antifascisti/e

Cantiere Sociale Versiliese

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque × = 40