La madre sgomberata a gennaio con i suoi bambini ieri era in consiglio comunale a protestare

Tra i tanti che protestavano in consiglio comunale contro la devastazione del parco che avverrebbe con la costruzione dell’asse di penetrazione e per la difesa della sanità pubblica c’era anche la giovane mamma con i suoi bambini di 3 e 2 anni che nello scorso gennaio furono sbattuti, senza pietà, in mezzo alla strada. Invece di pensare all’emergenza abitativa l’amministrazione pensa solo a speculazioni. Intanto questa famiglia, ospitata dalla Brigata Sociale Antisfratto, non solo non ha una casa ma nemmeno la residenza fittizia in via dei Vageri. Solo l’aiuto di chi fa sociale dal basso rende meno ostiche le loro condizioni di vita. Invece di spoendere soldi nel sociale la giunta Del Ghingaro preferisce avventurarsi nella costruzione di un ecomostro.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette + 9 =