IL CSOA SARS risponde a Re Giorgio

Caro re Giorgio

Ci dispiace che dei vandali ignoti abbiano imbrattato il tuo lindo palazzo,ma si sa, quando si pensa solo agli interessi dei padroni, prima o poi qualche schiavo si ribella…purtroppo non possiamo rivendicare la paternità,o forse sarebbe meglio dire la maternità, del gesto di sfregio al palazzo del potere e pur condividendone i modi e i contenuti, dopo una breve indagine interna in puro stile vecchio P.C.I., dobbiamo purtroppo ammettere che nessuno degli appartenenti allo Spazio Antagonista di Resistenza Sociale (C.S.O.A. S.A.R.S.), ha effettivamente tracciato una delle scritte che ha suscitato più scalpore nella storia politica viareggina.

Poco ci importa se i benpensanti si scandalizzano per un po di vernice facilmente pulibile,visto che i muri cittadini spesso sono imbrattati da concetti ben più vergognosi, fascisti e razzisti,che nulla hanno a che fare con gli ideali a favore dell’ambiente o per il diritto alla casa, alla scuola pubblica e che possibilmente non cada in testa agli studenti,alla sanità gratuita,a una vita dignitosa per tutti,che animano il nostro agire politico.

Dalla sua nascita lo Spazio Antagonista di Resistenza Sociale ha sempre avuto tra i suoi capisaldi la più netta opposizione a qualsiasi progetto di speculazione edilizia, coscenti che quella dell’asse sarebbe stata una delle più devastanti per il territorio e che in cambio non avrebbe effettivamente portato ricchezza alla città ma solo nelle tasche dei soliti noti e della cricca dei loro amichetti.
E non ci vergogniamo di essere ambientalisti, anzi. Da anni ribadiamo che un potenziamento del parco e delle strutture ricettive e turistiche ad esso connesso sono l’unica via di sviluppo realmente percorribile per creare un economia sostenibile e duratura di cui possa godere tutta la cittadinanza,magari con progetti realmente partecipati e non dettati da interessi personali di palazzinari e cementificatori vari.

Civiltà e decoro si possono ottenere solo se si garantiscono dignità e diritti a tutti i cittadini e a tutti coloro che vivono e lavorano nel nostro territorio,non mettendo barriere o costruendo strade inutili ma dando servizi e possibilità effettive di sviluppo in sintonia con le necessità dei cittadini e dell’ambiente.
Caro Re Giorgio,ci dispiace ma proprio non riusciamo ad immaginarci la nostra città come te la immagini tu…noi la vogliamo libera,partecipata,condivisa…colorata,anche da scritte critiche e murales…la tua mente grigia ci sa che sa pensare solo a soldi e businnes…

CSOA SARS

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 × = cinquanta quattro