“I matti siete voi.” Un altro gande art happening al Dada Boom il 16 e 17 dicembre

Chi vede oltre i propri occhi é considerato matto. Chi fa cose oltre le consuetudini é trattato da matto. Chi esprime i propri sentimenti senza remore fa la parte del matto. Ma i matti siete voi se pensate che il mondo non si possa cambiare. I matti siete voi se vi rassegnate alle ingiustizie. I matti siete voi se pensate che confini, ĺeggi e censure possano fermare la ricerca di una vita migliore. I matti siete voi se non avete il coraggio di andare oltre quello che avete trovato. Erano considerati matti quelli che hanno rotto gli argini per migliorare il mondo e fare la propria storia. Immaginavano nuove possibili realtà. E voi? Preferite liberare la vostra immaginazione oltre i limiti del “senso comune” o rimanere prigionieri delle presunte “regole della realtà”?

PER PARTECIPARE
basta mandare la descrizione della vostra idea alla mail dadaboom.eventi@gmail.com

“I matti siete voi” sarà il nuovo grande art happening che si terrà il prossimo fine settimana all’officina d’arte fotografica e contemporanea “Dada Boom” in via Minghetti 12 a Viareggio al quale hanno già dato l’adesione decine e decine di artisti. Si inizia sabato 16 alle ore 18 con il vernissage alle 21.30 “Concerto NEEM Iperteatrale e pre-natalizio” con: 1) Francesco Donnini (tromba, tastiere, gesti natalizi, corpo); 2) Edoardo Ricci (trombone, clarinetto basso, sassofono alto, soprano, piccoli asciugamani e grosse deflagrazioni); 3) Andrea Picchietti (voce, trombone, recitazione, squittiii e flagellazioni); 4) Ginko Ravenni ( voce, recitazione e lascività); 5) Marco Giovannoni (sassofono tenore, recitazione e orazioni); 6) Paolo Ciampi (trombone, recitazioni e continue occhiate); 7) Goffredo Morini (violino, danza); 8) Luigi Guarnieri (flauti, strumenti etnici e umettazioni salivari); 9) Renato Cordovani (clarinetto e piccole grida stridule); 10) Giacomo Verde (ciaramella, tamburello, flauto dolce); 11) Isolina Ravenda (voce e grandi e piccoli movimenti); 12)) Massimo Ciolli (chitarra elettrica e gesti sinuosi); 13) Eugenio Sanna (chitarra amplificata e sinuosità ariose); 14) Alessandro Geri (contrabbasso e lingue di gatto); 15) Massimo Petrioli (batteria e botte da orbi); 16) Fabio Bussonati ( percussioni e manate); 17) Giovanni Canale (percussioni, pettini e spazzole); 18) Jacopo Andreini ( batteria, cacerrolazo e voci concitate); 19) Roberto Traverso (batteria, e versi gutturali).

Domenica 17 alle ore 18 è in programma un incontro con il professore Alfonso Maurizio Iacono Ordinario di Storia della Filosofia all’Università di Pisa. Mentre alle ore 21 la presentazione del libro del critico teatrale, Igor Vazz, dal titolo “Cioni Mario di Bertolucci e Benigni edito dalla ETS.

 

 

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 + quattro =