Al Cantiere Sociale befana triste e bagnata ma riuscita anche quest’anno

Ormai la befana al Varignano, da diversi anni, è un appuntamento fisso voluto dal Cantiere Sociale e da altre realtà locali come Il Dada Boom, la scuola popolare Pancho Villa, .la parrocchia della Resurrezione e il circolo il Fienile. Quest’anno è stata una befana diversa ma non per questo meno partecipata. La morte improvvisa della compagna Cinzia ha riempito tutti di dolore e sconforto che per un attimo è stato pensato di annullare l’evento. Poi le compagne e i compagni del Cantiere Sociale hanno deciso che era giusto proseguire, perché non si trattava di una riunione politica ma di un’iniziativa sociale per i bambini di quel quartiere che Cinzia tanto amava, e alla fine la befana è arrivata nonostante la tristezza. A provare a rovinare l’evento ci s’è messo anche il meteo, ma senza riuscirci perché il Cantiere Sociale è stato attrezzato per accogliere i tanti bambini con genitori che hanno gustato la cioccolata calda, che hanno partecipato ai giochi e che hanno salutato la vecchietta con la gobba. All’iniziativa erano presenti anche il Coordinamento No ASSE con un banchetto per raccogliere le firme e per la prima volta c’è stata la collaborazione di alcuni esercizi commerciali come la pizzeria Gran Varignano che ha offerto gratuitamente focacce per tutti. Ancora una volta grazie a chi si autorganizza dal basso, i bambini di un quartiere sempre dimenticato da chi amministra hanno potuto fare un sorriso.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette × 6 =