Oltre un centinaio di persone al doppio presidio contro l’asse di penetrazione

Oltre un centinaio di persone hanno partecipato al doppio presidio promosso da Repubblica Viareggina al quale hanno aderito anche Potere al Popolo, Cantiere Sociale Versiliese, Officina Dada Boom, Brigata Sociale Antisfratto, Unione Inquilini, CSOA SARS, Partito Comunista dei Lavoratori, Communia Network, Comitato contro le antenne di via Matteotti e Comitato Acqua alla gola. Dopo il ritrovo in via Nicola Pisano dalle 15,30 alle 16,45 è stato deciso di proseguire il presidio in via Indipendenza dove c’è la palazzina con le nove case che dovrebbero essere abbattute. Le persone si sono spostate a piedi vedendo ingrossare le loro file e ricevendo applausi dalla finestre. Davanti alla palazzina oltre allo striscione “No Asse” è stato esposto “Viareggio non si vende”

Qui sotto pubblichiamo il testo del volantino distribuito da Repubblica Viareggina e Potere al Popolo.

Il progetto dell’asse di penetrazione, che ipocritamente è chiamato via del Mare, è un progetto di speculazione senza precedenti per la nostra città al quale ci opponiamo con determinazione per i seguenti motivi.

  • Prevede l’abbattimento di 748 alberi con un pesante impatto ambientale per la pineta.

  • Divide in due la città di Viareggio: la parte Sud dalla parte Nord rendendo difficile l’attraversamento della strada.

  • Si tratta di una strada extraurbana che entrerebbe in due quartieri con rotonde, piste di accelerazione e guardrail non migliorando ma aggravando il traffico.

  • Prevede l’abbattimento di una palazzina con nove case dove vivono altrettante famiglie.

  • Potrebbe essere l’apripista per nuovi progetti speculativi nell’area Fervet e addirittura sulle marine.

  • Sarebbe uno sperpero di denaro pubblico enorme in una città che ha altre emergenze come quella abitativa e quella dello smantellamento della sanità.

  • Non è proposto in modo partecipativo ma con l’arroganza di un’amministrazione che governa con il consenso di 8000 voti in una città di oltre 60000 abitanti.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− cinque = 2