Repubblica Viareggina contro Del Ghingaro al fianco della Casa delle Donne

Repubblica Viareggina esprime la massima solidarietà alla “Casa delle Donne” che dopo anni di considerevole attività sul territorio, è divenuta un importante presidio culturale contro il “patriarcato” e di aiuto concreto contro la violenza che le donne subiscono a Viareggio e in Versilia.
La Casa delle Donne rischia di veder svenduta la propria sede storica e compromessa -pertanto- la propria attività quotidiana a causa di scelte di un’amministrazione insensibile.
Noi di RV pensavamo che con la svendita del Principino, del Palazzetto di Viareggio e di altri beni pubblici cittadini ai privati, attraverso aste “farsa”, il vaso fosse colmo, ma al peggio che ci riserva questa amministrazione non c’è mai fine. Infatti, se prima la vendita dei beni pubblici, seppur grave ed irricevibile, fosse giustificata da fallimenti, dissesti, tribunali e curatori vari, quest’ultima ondata di svendita di beni pubblici, di cui fa parte oltre alla “Casa delle Donne” anche un asilo nido- giocheria al Marco Polo, la ex sede della CGIL e l’attuale sede dell’ANPI e dell’Istituto Storico della Resistenza, è una scelta scellerata voluta dalla amministrazione Del Ghingaro che con tanto di delibera prosegue sulle stessa linea politica quella della svendita.
La svendita del patrimonio pubblico è il miglior modo per impoverire una collettività sia da un punto di vista culturale che patrimoniale. Privatizzare beni comuni, infatti, significa sottrarre ai cittadini un ampio terreno di partecipazione politica, di esercizio della disciplina democratica, per trasferirlo pari pari alla discrezione della grande impresa. Oltre che a far cassa arricchendo i soliti noti!
A seguito della disfatta elettorale del PD e di LeU, il sig. Del Ghingaro si è proposto come garante di un rilancio della “sinistra” sul territorio; se queste sono le basi politiche che ci propone e che ci propina da più di due anni, noi non ci stiamo! Sicuramente questa non è la sinistra che vogliamo e dei loro interpreti ne facciamo volentieri a meno.
Repubblica Viareggina
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ otto = 14