Un bel Primo Maggio al Dada Boom

Una grande giornata di cultura per festeggiare la festa dei lavoratori quella che si è svolto ieri al Dada Boom. Il circolo ARCI Officina di arte fotografica e contemporanea “Dada Boom” ha organizzato un Primo Maggio ricco di entusiasmo e fermenti. Il pranzo è stato accompagnato dal già coadiuvato “a tavola coi versi.” Un connubio tra buon cibo, a chilometri zero, e poesia. Alle 15 s’è svolta la presentazione del libro “Ali per sognare” con la presenza degli autori Andrea Genovali e Renato Gérard, che di fatto, ha lanciato la commemorazione delle tre giornate rosse promosse dal collettivo 2 Maggio. Dopo la presentazione del romanzo c’è stato il concerto con Beppe Sanguigni, Stefano Giannotti e la Serpe d’Oro. C’è stata poi la grande sorpresa del coro intergalattico dadaista. E’ stata una giornata intensa che ha visto interventi ma soprattutto tanta socialità. Oltre un centinaio di persone hanno attraversato l’Officina Dada Boom in tutta la giornata confermando che dal basso si possono fare grandi cose. Dopo il successo del 25 Aprile in Cantiere, al Cantiere Sociale Versiliese, il Varignano ha vissuto un’altra importante giornata di lotta. Proprio dalla collaborazione tra questi due spazi può partire un vero progetto di autogoverno per il quartiere. Le periferie dimenticate e abbandonate da tutte le amministrazioni che si sono susseguite sono al centro del Dada Boom e di tutte quelle realtà sociali autorganizzate.  In mattinata diversi compagni avevano partecipato al corteo a Massa del 1 maggio sotto lo striscione Cantiere Sociale Versiliese.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove × 7 =