Da Lido di Camaiore un fiore per Gaza

La data del 14 Maggio 2018 rimarrà, purtroppo, tristemente nota. Quel giorno, il giorno del settantesimo anniversario dell’occupazione delle terre palestinesi, mentre Israele festeggiava il trasferimento a Gerusalemme della sede diplomatica degli Stati Uniti, poco distante, lungo la striscia di Gaza, 61 persone venivano brutalmente uccise e 2800 ferite, tra le vittime numerosi bambini, la più piccola di soli 8 mesi.” Così inizia il volantino che i militanti di Potere al Popolo hanno distribuito sabato 19 per le vie di Camaiore e Domenica 20 sulla passeggiata di Lido di Camaiore.

Per dire No alla violenza criminale dello stato Israele contro il popolo palestinese, Potere al Popolo di Camaiore ha lanciato un appello alla mobilitazione “Un fiore per Gaza.” All’appello hanno risposto una sessantina di persone che hanno deciso di lanciare un fiore in mare al fine di omaggiare le vittime di Gaza. Prima del lancio dei fiori ci sono stati diversi interventi di esponenti di Potere al Popolo, dell’Unione Democratico Araba Palestines (UDAP), del Partito della Rifondazione Comunista, del Partito Comunista dei Lavoratori e dell’Officina Dada Boom. In piazza più distanziati presenti anche alcuni esponenti del Movimento Cinque Stelle. Tra le varie testimonianze significativa è stata quella del cardiochirurgo Stefano Luisi del Palestine Children’s Relief Fund Italia (PCRF Italia) che ha raccontato le raccapriccianti condizioni di salute dei bambini palestinesi.

Altre iniziative saranno programmate a breve per sostenere il popolo palestinese che non deve essere lasciato solo di fronte all’aggressione del sionismo. A tal proposito i manifestanti hanno invitato a boicottare i prodotti israeliani che sono tutti quelli che iniziano con il numero di codice a barre 729

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× due = 18