Il Cantiere Sociale interviene sulla mancata risposta dell’amministrazione comunale alla Casa delle Donne

Dopo più di 2 mesi l’amministrazione di questa città non ha ancora dato una risposta su che destino vorrebbe per la Casa delle donne e per il centro antiviolenza. Il 14 marzo scorso ha dichiarato la messa in vendita della stabile milantando luoghi meravigliosi dove trasfire le donne e le attività della casa, ma nemmeno uno di questi luoghi ad oggi è stato possibile visionare, forse perché troppo impegnati in altre urgenze cittadine? Non sembra,sembra piuttosto che questi luoghi non esistano, più semplicemente, e che l’ondata di solidarietà abbia spaventato la nostra amministrazione e che si stia aspettando che il polverone passi,per poter di nuovo speculare sulla vita delle donne da sempre le più colpite dalla politica patriarcale. Di nuovo un esmpio di pressapochismo della giunta che vorrebbe smantellare le realtà nate dal basso,da una vera esigenza, e autonome,senza avere un alternativa anzi senza nemmeno preoccuparsi di averla. Ci si riempe la bocca con frasi fatte e slogan ci si fa belli a iniziative contro la violenza di genere ma nel concreto si prova a smantellare una realtà che ogni giorno combatte concretamente a fianco con e per le donne. Tentando di controllare e minare la loro autonomia. Creando ad hoc una commissione pari opportunità fino a in questo momento inesistente sol per darsi una lustratina alla facciata,perseguendo invece per l’ennesima volta logiche di mercato e colpendo di nuovo la vita dei cittadini e sopratutto delle Donne considerando le loro come NECESSITÀ di serie B in un momento storico dove il femminicidio è all ordine del giorno, non ultimo il “calciatore” che ha ucciso la ex compagna e poi si è tolto la vita. Le donne e
gli uomini del Cantiere sociale versiliese esprimono nuovamente tutto il loro sostegno e appoggio alle Donne della casa, contrari ad ogni forma di svendita e di speculazione della città e stando al loro fianco per preservare sia il luogo sia l’enorme lavoro fatto in questi anni in difesa dell’autoderminazione femminile.

Cantiere Sociale Versiliese

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre + = 4